Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ha ottenuto il patteggiamento della pena il 23enne albanese Florian Babasi

UN CHILO E MEZZO DI COCAINA IN CASA: QUATTRO ANNI DI CARCERE

Era stato arrestato a dicembre assieme al fratello a Pieve di Soligo


PIEVE DI SOLIGO – (gp) Quattro anni di reclusione. Questa l'entità del patteggiamento concordato con la Procura di Treviso da Florian Babasi, 24enne albanese residente a Pieve di Soligo. Il giovane, difeso dall'avvocato Fabio Crea, era finito in manette nel dicembre scorso assieme al fratello Shkelzen, operaio edile di 33 anni, perchè trovato in possesso di tredici involucri di cocaina purissima per un peso complessivo di poco inferiore a un chilo e mezzo. Per lui il processo, con rito immediato, verrà celebrato il prossimo 17 giugno.

Ad arrestarli erano stati i carabinieri di Pieve di Soligo al termine di una perquisizione nella loro casa: la droga era stata nascosta in bagno e nella camera da letto. I due fratelli Babasi sono considerati dagli inquirenti dei veri e propri grossisti della cocaina da piazzare sul mercato della sinistra Piave e non solo.

Gli investigatori, coordinati dal pm Laura Reale, erano sulle loro tracce da tempo e in particolare avevano seguito i viaggi di rifornimento svolti proprio da Florian: secondo l'accusa il giovane si sarebbe recato diverse volte ad Amsterdam, più o meno una volta ogni due mesi, per acquistare la partita di stupefacente da far arrivare nella Marca, attraverso un corriere. L'ultimo viaggio era stato fatale a entrambi i fratelli Babasi: la droga sequestrata dai militari, che avevano agito in pratica a colpo sicuro, sarebbe stata acquistata in Olanda a un prezzo di 25mila euro e, una volta smerciata, avrebbe fruttato loro almeno 60mila euro.