Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Tre anni ciascuno a tre serbi: Ivan Markovic, Dorde Bolicevic e Aleksandar Mijajlovic

COLPO DA 100 MILA EURO ALLO STOCK FASHION: 9 ANNI ALLA BANDA

In cinque giorni avevano colpito anche a Rovigo e a Padova


PREGANZIOL – (gp) Professionisti nello svuotare i magazzini dei negozi d'abbigliamento, se la sono cavata con una pena di tre anni a testa. Sotto accusa per furto aggravato erano finiti tre cittadini serbi: Ivan Markovic, 35 anni, Dorde Bolicevic, 32 anni, e Aleksandar Mijajlovic, 31 anni. Tutti difesi dall'avvocato Mauro Serpico, erano chiamati a rispondere di due colpi e uno tentato messi a segno rispettivamente a Padova, Rovigo e Treviso.

Proprio nella Marca (questo il motivo per cui il processo è stato celebrato a Treviso) era stato messo a segno il primo furto. Era il 15 dicembre dello scorso anno quando i tre, dopo aver rubato le targhe a un'autovettura nel veneziano e averle poste sul loro furgone, hanno abbattuto una delle vetrate del negozio “Stock Fashion” a Frescada di Preganziol, lungo il Terraglio. Un raid fulmineo in cui si erano impossessati di 360 giubbotti di varie marche, per un valore complessivo di 100 mila euro, prima di darsi alla fuga senza lasciare tracce.

La stessa notte, a Trebaseleghe, avevano tentato di razziare un secondo negozio che avevano già adocchiato precedentemente. Messe fuori uso le telecamere di videosorveglianza, si erano introdotti all'Outlet Industries. Il colpo era fallito perchè in zona si erano accorti del passaggio di alcune auto della Polizia messe sulle tracce del loro furgone.

L'ultimo colpo, quello fatale alla banda, era stato messo a segno il 15 dicembre all'esercizio commerciale “Tentazioni” di Rovigo. Dopo aver forzato la porta d'ingresso, avevano caricato nel furgone capi d'abbigliamento e biancheria intima per un valore complessivo di 150 mila euro. Dopo quel furto le forze dell'ordine erano riuscite a rintracciare gli autori e a bloccarli nel loro covo, dov'è stata recuperata anche parte della merce rubata.