Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il patron del gruppo di Castrette a processo a settembre per un crac milionario

FALLIMENTO MABER: A GIUDIZIO PER BANCAROTTA CLAUDIO VANIN

Sotto accusa la Maber Impianti, in aula il 18 giugno per altre 4 società


VILLORBA – (gp) Rinviato a giudizio per bancarotta fraudolenta per distrazione. Inizierà a settembre del prossimo anno il processo a carico di Claudio Vanin, l'imprenditore 48enne patron della Maber, il colosso degli impianti elettrici di Castrette fallito nel febbraio 2012.

Il pm Valeria Sanzari, titolare del fascicolo, aveva iscritto il nome di Vanin nel registro degli indagati a seguito del crac da 50 milioni di euro che aveva investito tutte le aziende del gruppo (Maber Impianti srl, Maber Immobiliare srl, Polinext srl, Maber Commerciale srl e Flaver srl), tutte dichiarate fallite tra il febbraio e il maggio 2012. Difeso dagli avvocati Stefano Zoccarato e Marco Carlesso, Vanin è stato rinviato a giudizio soltanto per il crac della Maber Impianti srl, e tornerà in udienza preliminare per le altre quattro società il 18 giugno.

Secondo la difesa, che non ha scelto riti alternativi proprio per dimostrare l'innocenza di Vanin a processo, non ci sarebbe stata nessuna distrazione di beni ma soltanto un equivoco nella vendita di immobili tra le varie società. Secondo l'accusa invece la chiusura delle aziende sarebbe strettamente collegata all'accentramento del potere gestionale, ai costi eccessivi, agli sconfinamenti di fido e al tenore di vita di Vanin, socio o amministratore unico di tutte le ditte. Le indagini della Guardia di Finanza, durate due anni, avrebbero individuato distrazioni patrimoniali per circa 50 milioni di euro tra debiti maturati con le banche, con i fornitori e con l'erario.