Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Ex gestori del Bar Boys di Arcade accusati di non aver pagato 2.200 giocate

TRUFFA ALLA LOTTOMATICA: COPPIA DI CONIUGI ASSOLTA DAL GIUDICE

All'erario mancano 474 mila euro, alla coppia le vincite per 322 mila


ARCADE – (gp) Non c'è stato alcun raggiro alla Lottomatica. Alla sbarra, con l'accusa di truffa, appropriazione indebita e insolvenza fraudolenta, erano finiti marito e moglie di Caerano San Marco (lei italiana di 27 anni e lui marocchino di 28).

Il giudice Marco Biagetti, grazie anche alla remissione di querela che ha fatto cadere parte dei capi d'imputazione (rimaneva in piedi soltanto un'aggravante specifica riguardante l'insolvenza fraudolenta), ha assolto entrambi con formula piena. E ora, nel momento in cui la sentenza passerà in giudicato, la difesa ha intenzione di richiedere lo sblocco delle somme che, a questo punto, spetterebbero ai due coniugi.

Stando a quanto sostenuto dalla Procura di Treviso marito e moglie, che avevano in gestione il Bar Boys di Arcade, avrebbero utilizzato le tessere magnetiche di accesso al sistema Lottomatica di proprietà della titolare dell'esercizio e, il 24 giugno 2009, avrebbero effettuato 2.200 giocate al Lotto senza versare il relativo importo: un totale di 474.552 euro. I due, secondo la ricostruzione degli inquirenti, si sarebbero trattenuti le tessere giocate tra le quali ce ne sarebbero state sette di vincenti, per un importo di vincita pari a 322 mila euro.

Un'azione scoperta dalla titolare del bar che aveva denunciato i due (salvo poi ritirare la querela) e di fatto bloccando le vincite che erano state già erogate. Il resto l'aveva fatto poi la Procura, portando i due a giudizio.

Ma il legale della coppia, l'avvocato Alessandra Nava, nel corso del procedimento penale aveva contestato tutti e tre i capi d'imputazione: marito e moglie avevano accesso alle tessere magnetiche in quanto gestori (e quindi non ci sarebbe stata alcuna appropriazione indebita), avevano del tempo materiale per versare gli importi delle giocate (non si configurerebbe dunque l'insolvenza fraudolenta) e le tessere vincenti erano state regolarmente giocate (per cui non ci sarebbe nessuna truffa ai danni di Lottomatica).

Una linea difensiva che a conti fati è stata accolta in pieno dal giudice e che ora mette marito e moglie nella condizione di poter rientrare in possesso dei 322 mila euro che da cinque anni sono congelati.