Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO L'intervista all'ideatore e curatore Architetto Gaetano Mazzeo

GRANDE SUCCESSO PER "TREVISO, LA BICICLETTA E LA GRANDE GUERRA"

La mostra al Salone dei Trecento raggiunge i 9000 visitatori



TREVISO
- Ha riscosso un tale successo che è stata prorogata sino al 28 giugno la mostra "Treviso, La Bicicletta e la Grande Guerra" pensata, curata e realizzata nel Salone di Palazzo dei Trecento dall'architetto Gaetano Mazzeo.
Una mostra pensata come evento collaterale alla venuta del Giro d'Italia e dell'attesissima tappa a cronometro Treviso-Valdobbiadene del 23 maggio scorso e che in pochi giorni ha ricevuto un numero altissimo di visite superando in questi giorni quota 9000 e "costringendo" (ben volentieri, ne siamo certi....) gli organizzatori a chiedere e ottenere di prolungare l'apertura fino a fine mese.

Un percorso nella storia della bicicletta, vero e proprio strumento di libertà, l'unica catena che non vincola, anzi, regala la possibilità di scappare evadere e trovare fortuna. Molti i cimeli esposti e trovati grazie alla gentilezza di privati che li hanno custoditi in tutti questi anni. Esemplari di Biciclo risalenti a fine '800, quelle dei soldati, da Enrico Toti con tanto di stampella.
E poi l'affascinante bicicletta dei pompieri o del "moeta" o arrotino; la bici attrezzata per fare il burro, quella della maestra e poi quelle usate da Bartali in tempo di Gaetano Mazzeoguerra durante la quale faceva da corriere per portare documenti nascondendoli nella canna e poter salvare vite umane, fino ad arrivare ai tempi più moderni, e le Pinarello di Giovani Battaglin che uso per vincere Giro e Vuelta nel 1981 e Bradley Wiggins nel Tour del 2012.

La mostra è aperta tutti i pomeriggi dal lunedì al sabato, domenica e festivi anche al mattino.


AUDIO L'intervista e la presentazione della mostra "Treviso, La Bicicletta e la Grande Guerra" dalle parole dell'architetto Gaetano Mazzeo intervenuto in diretta a Buongiorno Veneto Uno.