Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In manette un 20enne marocchino e due ragazzi di 16 anni, ora ai domiciliari

FANNO RAZZIA IN UNA SCUOLA: ARRESTATI TRE GIOVANISSIMI

Scassinato il distributore automatico delle De Gasperi a Motta di Livenza



MOTTA DI LIVENZA
– (gp) Entrano in una scuola e scassinano il distributore automatico di merendine, ma vengono arrestati da una pattuglia dei carabinieri che stava sorvegliando la zona. Protagonisti del furto alle elementari De Gasperi di Motta di Livenza sono un 20enne di origini marocchine e due ragazzi di 16 anni, uno italiano e l'altro straniero. Una volta bloccati dai militari, nei loro zaini sono state trovate, oltre agli arnesi da scasso utilizzati per forzare la porta d'ingresso della scuola, diverse merendine e bevande e le monete asportate dai distributori automatici. Per tutti sono scattate le manette. Il maggiorenne è stato rimesso in libertà in attesa dell'interrogatorio di convalida dell'arresto che si terrà la prossima settimana. Per i due 16enni, per cui procede la Procura dei Minori di Venezia, sono stati disposti gli arresti domiciliari. Ulteriori indagini sono in corso per capire se il trio abbia colpito in precedenza visto che nella zona sono stati commessi altri furti con le stesse modalità e che potrebbero essere contestati loro. Secondo gli inquirenti infati, il gruppetto si sarebbe formato proprio per mettere a segno questo tipo di azioni contro il patrimonio.