Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il sopralluogo di prefetto e forze dell'ordine, poi operai al lavoro

I PROFUGHI ALLA SALSA: ATTESI CIRCA 130 MIGRANTI

La prima sessentina di stranieri in arrivo in serata


TREVISO - Ospitare i profughi all'ex caserma Salsa. E' la soluzione individuata di fronte ai nuovi arrivi di gruppi di migranti, sbarcati sulle coste italiane e destinati dal ministero dell'Interno nella Marca. Il complesso militare dismesso dovrebbe ospitare circa 130 stranieri: il primo gruppo di una sessantina di persone è atteso già in serata, i restanti 70 dovrebbero essere accolti domani.
Dopo la conferma degli arrivi da parte del Viminale, per tutta la giornata si è cercato di sistemarli in varie strutture, con un gruppo rimasto per diverse ore lasciato a se stesso davanti alla stazione delle corriere di Montebelluna. Alla fine la prefettura ha deciso per l'utilizzo della caserma nel quartiere di Santa Maria del Rovere: nel tardo pomeriggio lo stesso prefetto Maria Augusta Marrosu, accompagnata dal suo vice Pietro Signoriello, dai vertici provinciali dei Carabinieri e dei Vigili del fuoco, ha effettuato un sopralluogo nel complesso per valutare le possibilità di sistemazione. Con il passare dei minuti sono giunti operai del Comune e volontari della Protezione civile per collaborare alla pulizia e all'allestimento di alcuni fabbricati, mentre sono state portate le attrezzature, come brandine e bagni chimici. Nel frattempo i volontari della protezione civile sono stati incaricati di effettuare la spesa per un primo sostentamento degli immigrati. Sul posto si è recato anche l'assessore ai Lavori pubblici del Comune, Ofelio Michielan.