Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Depositata la perizia psichiatrica sulla vittima, ex parroco di Ponzano

PRETE RAGGIRATO: ERA INCAPACE DI INTENDERE E VOLERE

Indagata per truffa una coppia di giostrai di Vascon di Carbonera


PONZANO – (gp) La perizia psichiatrica non ha lasciato spazio a dubbi: don Angelo Trevisan, l'ex parroco di Ponzano Veneto, al momento dei fatti era in una condizione di capacità di intendere e di volere scemata in maniera rilevante.

In altre parole, secondo il dottor Tiziano Meneghel che ha effettuato la perizia affiancato dal consulente di parte della difesa Rubens De Nicola, il parroco sarebbe rimasto vittima di un raggiro da decine di migliaia di euro per il quale risulta indagata per truffa una coppia di giostrai di Vascon di Carbonera (34 anni lui, 27 lei).

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, i due avrebbero messo a punto un piano per raggirare l’anziano parroco. La 27enne in diverse occasioni si sarebbe presentata alla porta di don Angelo chiedendo denaro in quanto, dopo essere rimasta vittima di un tremendo incidente stradale da cui si sarebbe salvata per miracolo, il premio assicurativo non sarebbe mai arrivato e l'avrebbe ridotta in disperate condizioni economiche. Il parroco, a quel punto, dopo averla accolta in casa le avrebbe anche prestato del denaro.

Le richieste di soldi si sarebbero poi succedute nel corso dei mesi e il parroco, fiutando un possibile raggiro, avrebbe denunciato tutto ai carabinieri. Denuncia che ha fatto scattare anche la perquisizione nell'abitazione della coppia e che ha permesso di mettere sotto sequestro un conto corrente bloccando circa 60 mila euro che erano nella disponibilità degli indagati. Sequestro per cui la difesa, rappresentata dall'avvocato Andrea Zambon, aveva presentato ricorso al tribunale del Riesame che però ha rigettato l'istanza.