Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Blitz a Casier, indagano i carabinieri, si sospetta il furto su commissione

FURTO ALLA "TOGNANA", RUBATI TAZZE E PIATTI

Assalto dei ladri martedì notte, bottino di alcune migliaia di euro


CASIER - Colpo dei ladri nella notte tra martedì e mercoledì alla “Tognana porcellane” di Casier, in via Capitello. Ignoti sono riusciti a penetrare all'interno dell'azienda ed hanno trafugato alcuni pacchi di merce tra cui piatti, tazze ed altri accessori di porcellana che erano stati sistemati nella parte esterna del magazzino. Il bottino ammonta ad alcune migliaia di euro. “Si tratta di un danno non eclatante”. spiega il responsabile della struttura, l'ingegner Gaetano De Palma. I malviventi hanno prima manomesso il cancello principale dell'azienda, sganciando i motori elettrici, poi si sono diretti verso la porta del magazzino: qui, una volta disattivato il sistema d'allarme, hanno preso la refurtiva che probabilmente è stata poi caricata a bordo di un furgone. I malviventi, senza essere notati, si sono poi dileguati senza lasciare tracce, non prima di aver scassinato alcuni distributori automatici di bevande presenti in azienda. Nella giornata di oggi la ditta presenterà, concluso il conteggio degli ammanchi, formale denuncia ai carabinieri di Treviso che indagano sull'episodio. Saranno consegnate agli investigatori anche le immagini dell'impianto di videosorveglianza della “Tognana”. Tra le ipotesi prese in esame dai carabinieri c'è quello del furto su commissione.