Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rinviato a giudizio per omicidio colposo il 47enne Yushan Chen, papÓ di Jianbin

INTOSSICATO DAL MONOSSIDO A 16 ANNI: IL PADRE A PROCESSO

Il proprietario dell'abitazione ha invece patteggiato un anno



SAN VENDEMIANO
– (gp) Un patteggiamento e un rinvio a giudizio. E' l'esito dell'udienza preliminare per la morte di Jianbin Chen, il ragazzo di appena 16 anni trovato morto nel bagno della casa dove abitava coi genitori, in via Liberazione a San Vendemiano, il 6 gennaio 2014.

L'esito dell'autopsia aveva stabilito che il ragazzo, che frequentava l'Ipsia Pittoni di Conegliano, era deceduto per un'intossicazione da monossido di carbonio che si era sprigionato da un vecchio scaldabagno a gas difettoso. Il decesso del ragazzo aveva fatto scattare anche l'inchiesta della Procura che, al termine delle indagini, aveva chiesto che venissero processati per l'accusa di omicidio colposo il padre del 16enne e il proprietario dell'appartamento.

Comparsi di fronte al gup del tribunale di Treviso, il 55enne di San Vendemiano Furong Li, il proprietario della casa, ha ottenuto il via libera al patteggiamento a un anno di reclusione ottenendo la sospensione condizionale della pena. Il padre del ragazzo, il 47enne Yushan Chen, non ha invece scelto riti alternativi ed è stato quindi rinviato a giudizio. Assistito dall'avvocato Pretty Gorza, ha preferito dimostrare a dibattimento la sua più totale estraneità ai fatti che hanno determinato la tragedia familiare.

Stando alle accuse il giovane era andato in bagno a lavarsi. La madre del giovane era fuori casa e non riusciva a mettersi in contatto con lui da alcune ore. Con l'aiuto di un connazionale prima e di un vicino di casa poi, erano stati allertati i vigili del fuoco, la polstrada e i sanitari del Suem 118, ma purtroppo per il 16enne, trovato esanime, non c'era già più nulla da fare.