Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Una 50enne residente nella Castellana accusata di sfruttamento della prostituzione

PUBBLICIZZAVA UNA LUCCIOLA SUL WEB, ALBANESE DENUNCIATA

Si teneva metà dei guadagni di una prostituta padovana di 21 anni



CASTELFRANCO VENETO
– (gp) In cambio dell'attività di promozione sul web dei suoi incontri a luci rosse, una prostituta padovana di 21 anni avrebbe per mesi pagato metà di quanto riusciva a incassare dai clienti a una 50enne albanese residente nella Castellana.

La donna, individuata dai Carabinieri di Castelfranco Veneto, è stata denunciata a piede libero per sfruttamento della prostituzione. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la 50enne avrebbe gestito ogni aspetto pubblicitario della lucciola padovana, garantendole un vasto giro di clienti grazie alla promozione sui siti hard specializzati.

Oltre all'inserimento degli annunci a sfondo sessuale, l'attività di marketing in favore della sua “collaboratrice” sarebbe consistita anche nel gestire la galleria fotografica della 21enne, la chat con i clienti e le risposte ai commenti lasciati in internet da coloro che usufruivano dei servizi della 21enne. I carabinieri avrebbero accertato che per questa attività di promozione, la 50enne albanese sarebbe riuscita a garantirsi un grosso giro di denaro, equivalente alla metà di quanto la giovane padovana riusciva a guadagnare.