Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

I presunti complici, riusciti a fuggire, avrebbero provocato un incidente a Cornuda

BANDA DI LADRI ALLA TECNO PLAST DI PEDEROBBA: QUATTRO ARRESTI

Indagine condotta dai carabinieri di Montebelluna e Cornuda



PEDEROBBA
– (gp) Passano con il rosso, provocano un incidente e scappano. Il sinistro verificatosi domenica notte in piazza Giovanni XXIII a Cornuda sarebbe solo l'epilogo di una vicenda più complessa, che ha portato i carabinieri di Montebelluna e Cornuda ad arrestare quattro persone per furto.

Secondo gli inquirenti infatti i cinque occupanti della Lancia Lybra che si è scontrata contro la Bmw X3 di un uomo residente a Vidor farebbero parte di una banda che qualche minuto prima stava tentando di portare a termine un grosso furto alla Tecno Plast di Pederobba. A mettere i carabinieri sulle tracce dei ladri era stato un operaio che durante il proprio turno di lavoro aveva notato movimenti sospetti all'interno della ditta di materie plastiche.

Chiedendo l'intervento del 112, l'uomo aveva riferito di aver visto tre auto fuggire dall'azienda quando avevano sentito le sirene dei militari che stavano intervenendo. Ne aveva dato anche la descrizione: una Seat Ibiza Azzurra, una Bmw serie 1 e una station wagon scura. Intercettate le auto, i militari hanno seguito la Seat visto che le altre due avevano cambiato strada. All'interno c'erano quattro persone (una ragazza di 26 anni e tre ragazzi di 19, 20 e 23 anni, tutti nati in Italia di etnia rom) che al termine degli accertamenti sono stati arrestati per il colpo, fallito, alla Tecno Plast.

In tasca però avevano 500 euro rubati all'interno di una cassetta di sicurezza posta negli uffici della ditta. Convalidato l'arresto, per i quattro è stato disposto l'obbligo di firma giornaliero. Le successive indagini hanno portato a scoprire che i cinque occupanti della Lancia Lybra, che ha provocato l'incidente, vivono negli stessi campi nomadi dei quattro arrestati. Motivo per cui gli inquirenti sono quasi certi che abbiano partecipato al tentato furto all'azienda di Pederobba.