Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Manildo: "Così dovremo spendere soldi pubblici per ripulire"

SCRITTE CONTRO IL SINDACO DAVANTI CASA E MUNICIPIO

Vandali in azione anche in altri punti della città


TREVISO - Scritte contro il sindaco Giovanni Manildo e contro il prefetto sono comparse la scorsa notte in vari punti della città. Le frasi, in particolare, sono state tracciate con lo spray da ignoti anche sull'asfalto davanti all'abitazione privata del primo cittadino e sul marciapiede di fronte a Ca' Sugana.
Manildo ha replicato: "La libertà di pensiero e parola sono sacrosante. Non mi disturba il contenuto delle frasi, ognuno la pensa come vuole. Ma condanno fortemente le modalità: soprattutto se oltre all’abitazione privata si oltraggia la casa di tutti i cittadini". Il sindaco infatti, si è detto amareggiato soprattutto per la spesa causata dall'atto vandalico: questa mattina un operaio comunale ha dovuto lavorare per tre ore per rimuovere le scritte: ”L'abitazione privata è quanto di più intimo esista. Permettersi di violarla è un atto gravissimo - conferma Manildo -. Ma ciò che è ancora più grave è che abbiamo speso soldi pubblici per ripulire le scritte dal marciapiede di Ca’ Sugana, oltre che dal Calmaggiore e dall’ex acquedotto in via Lanceri di Novara. Preferivamo destinare quei soldi a una famiglia in difficoltà. E' già pronta la denuncia contro ignoti al fine di recuperare i soldi della collettività”.