Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO immortalato dalle telecamere, tradito da Facebook

SCRITTE CONTRO SINDACO E PREFETTO: TROVATO L'AUTORE

E' un 40enne trevigiano vicino al movimento dei Forconi


TREVISO - E' stato identificato dalla Digos della Questura di Treviso l'autore delle scritte, comparse nella notte tra il 14 e 15 giugno in centro storico, contro il sindaco di Treviso, Giovanni Manildo ed il Prefetto, Maria Augusta Marrosu. Si tratta di un 40enne trevigiano, senza precedenti penali alle spalle e vicino al movimento dei "Forconi" che è stato denunciato alla Procura per danneggiamento aggravato essendo avvenuto in centro storico e per offese a corpo politico.
L'uomo, immortalato dalle telecamere di videosorveglianza del centro, aveva agito domenica notte tra le 3.10 e le 3.25 tracciando scritte offensive con una bomboletta di vernice spray rossa, contro il primo cittadino ed il Prefetto, in Calmaggiore, in via Municipio, in via Lancieri di Novara, in via Fra' Giocondo ed in via General Cantore. "Dimettiti Prefetta, cane di Alfano", "Manildo dimettiti, Venezia libera, è la fine degli elettori del PD" sono alcune delle frasi scritte.
Il 40enne, già noto alla Digos, è stato incastrato dalla foto di un suo manoscritto pubblicato sul proprio profilo Facebook: la grafia di alcune consonanti di questo testo erano esattamente identiche a quelle delle scritte comparse in centro storico. Durante la perquisizione domiciliare svolta in mattinata dalla polizia non è stata trovata la bomboletta utilizzata ma gli abiti indossati nella notte tra il 14 e 15 giugno per compiere il raid vandalico: un giubbotto scuro, una felpa con cappuccio, pantaloni scuri e scarpe bianche.

Galleria fotograficaGalleria fotografica