Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Casier, dal 14 maggio il percorso era chiuso perché pericolante

RIAPRONO LE PASSERELLE DEL CIMITERO DEI BURCI

L'ordinanza: da domani fino al prossimo 30 settembre


CASIER - Domani mattina gli operai del Comune di Casier, su ordinanza del sindaco Miriam Giuriati, toglieranno le transenne che dal 14 maggio vietano il transito dei pedoni sulle passerelle del cimitero dei Burci. Ultimati i lavori di manutenzione straordinaria, oggi è stata ricevuta dagli uffici comunali la nuova relazione dell'ingegner Giampietro Franzoso che certifica l'idoneità statica dell'opera. Un'apertura che sarà comunque "a tempo", anche se per tutta l'estate. Il certificato di idoneità scadrà infatti il 30 settembre. Non solo. L'ingegner Franzoso, incaricato dall'Ente Parco del Sile, ha prodotto una lunga lista di prescrizioni e precauzioni, evidenziando che nel complesso la struttura ha un grado di deterioramento piuttosto avanzato. "Il pericolo - si legge nella relazione - è rappresentato dai fenomeni di marcescenza del legname che spesso riduce la sezione resistente delle travi in modo non visibile. Si ritiene pertanto necessario prevedere un monitoraggio settimanale della struttura e, al più tardi nel mese di settembre, una nuova indagine approfondita e sistematica per valutare il progredire del degrado". Procedure che competono al Parco del Sile. "Se i trevigiani e i turisti da domani e per tutta l'estate avranno la possibilità di usufruire del più bello fra i passaggi sul Sile è solo grazie alla generosità e alla grande responsabilità sociale di un'azienda come Came e in particolare della vice presidente Elisa Menuzzo, che da sempre ha trovato in questa e nella precedente amministrazione di Casier interlocutori capaci di creare una rete fra attività produttive e territorio che va oltre i consueti rapporti istituzionali. La verità - afferma Miriam Giuriati - è che senza le buone e proficue relazioni personali di questo Comune e senza la lungimiranza e l'illuminazione dei nostri imprenditori le passerelle sarebbero rimaste chiuse non so fino a quando, in attesa di una qualche decisione da parte del Parco del Sile".