Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'ex allenatore del Treviso atteso da un'avventura in Medio Oriente

DAVIDE TENTONI EMIGRA IN PALESTINA, ALLENERÀ L'AHLI KHALIL

"Sono entusiasta, per me si aprono scenari davvero stimolanti"


TREVISO - Davide Tentoni, ex allenatore del Calcio Treviso, sarà il prossimo mister della squadra palestinese dell'Ahli Khalil di Hebron, Cisgiordania. Anzi, inizierà come assistente di Stefano Cusin, il quale però è destinato a diventare il titolare della panchina della nazionale, e quindi Tentoni ne prenderà il posto,diventando anche l'assistente in nazionale. Dice Tentoni: "Mi attende un mondo completamente diverso: è questo che mi affascina, andare in un contesto così nuovo. Si aprono scenari davvero stimolanti. All‘inizio c‘era il rischio di diventare subito capo allenatore dell‘Ahli e sinceramente la prospettiva un po‘ la temevo, anche perché è la prima volta che vado all‘estero e mi pareva un po‘ traumatico, invece avere al fianco in questi mesi un traghettatore penso sia un vantaggio, così potrò ambientarmi, conoscere la lingua e le abitudini."
Che club è l’Ahli rispetto al campionato palestinese?
"Il più importante, come serietà e crescita professionale, ed un presidente dalle idee validissime. Siamo i detentori della Coppa di Palestina e ad agosto faremo la Supercoppa contro i vincitori dello scudetto; inoltre parteciperemo alla Champions asiatica. Nella rosa ci sono 7 nazionali e l’obiettivo è vincere il campionato: diciamo che il loro torneo è paragonabile alla nostra Lega Pro: livello tattico bassino ma c‘è interesse e passione, stadi da 20-30 posti, i ragazzini giocano tutti in strada. Sono proprio euforico: chiaro, dovrò lasciare la famiglia a Bergamo ma tutti mi hanno sostenuto ed incentivato in questa mia scelta. Dal 19 luglio torneremo nel Veneto, faremo la preparazione a Borgo Valsugana poi a Castiglion Fiorentino; amichevoli con Napoli, Atalanta, Cittadella, Bologna, forse Milan."