Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'ex allenatore del Treviso atteso da un'avventura in Medio Oriente

DAVIDE TENTONI EMIGRA IN PALESTINA, ALLENERÀ L'AHLI KHALIL

"Sono entusiasta, per me si aprono scenari davvero stimolanti"


TREVISO - Davide Tentoni, ex allenatore del Calcio Treviso, sarà il prossimo mister della squadra palestinese dell'Ahli Khalil di Hebron, Cisgiordania. Anzi, inizierà come assistente di Stefano Cusin, il quale però è destinato a diventare il titolare della panchina della nazionale, e quindi Tentoni ne prenderà il posto,diventando anche l'assistente in nazionale. Dice Tentoni: "Mi attende un mondo completamente diverso: è questo che mi affascina, andare in un contesto così nuovo. Si aprono scenari davvero stimolanti. All‘inizio c‘era il rischio di diventare subito capo allenatore dell‘Ahli e sinceramente la prospettiva un po‘ la temevo, anche perché è la prima volta che vado all‘estero e mi pareva un po‘ traumatico, invece avere al fianco in questi mesi un traghettatore penso sia un vantaggio, così potrò ambientarmi, conoscere la lingua e le abitudini."
Che club è l’Ahli rispetto al campionato palestinese?
"Il più importante, come serietà e crescita professionale, ed un presidente dalle idee validissime. Siamo i detentori della Coppa di Palestina e ad agosto faremo la Supercoppa contro i vincitori dello scudetto; inoltre parteciperemo alla Champions asiatica. Nella rosa ci sono 7 nazionali e l’obiettivo è vincere il campionato: diciamo che il loro torneo è paragonabile alla nostra Lega Pro: livello tattico bassino ma c‘è interesse e passione, stadi da 20-30 posti, i ragazzini giocano tutti in strada. Sono proprio euforico: chiaro, dovrò lasciare la famiglia a Bergamo ma tutti mi hanno sostenuto ed incentivato in questa mia scelta. Dal 19 luglio torneremo nel Veneto, faremo la preparazione a Borgo Valsugana poi a Castiglion Fiorentino; amichevoli con Napoli, Atalanta, Cittadella, Bologna, forse Milan."