Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"L'hanno attirato lontano per ucciderlo, qui l'avremmo difeso"

"DOVETE ANDARVENE, NON VOGLIAMO ASSASSINI QUI"

A Borgo Capriolo, residenti contro i parenti dell'omicida


TREVISO - Borgo Capriolo si schiera a difesa di Vito Lombardi. Fin da quando, venerdì sera, si era sparsa la notizia del ritrovamento del cadavere del 46enne, i residenti del complesso, al confine tra Santa Bona e il comune di Ponzano, hanno puntato l'indice contro Vania Lazzarato e Amedeo Bonan, la convivente della vittima e il suo precedente marito (i due, però, sono ancora formalmente sposati).


Sabato mattina si sono vissuti attimi di tensione, con diversi abitanti che hanno inveito all'indirizzo delle tre figlie di Vania Lazzarato, la donna accusata dell'omicidio di Lombardi, barricate nella casa della nonna, sempre nel rione. Sono dovuti intervenire anche Carabinieri e Polizia locale per controllare che la situazione non degenerasse. “Non vi vogliamo”, “Andatevene”, “Non potete stare qui”, alcune delle frasi urlate. Le palazzine, molte con alloggi popolari, ospitano, insieme ad italiani e qualche immigrato, una nutrita comunità rom: famiglie che peraltro risiedono qui da decenni. Tutti ribadiscono come Vito Lombardi fosse una persona buona, “un galantuomo”, angariato da quella compagna, di cui si era innamorato, tanto da dividersi dalla moglie e dal figlio Marco, mandandoli via di casa.
 

Proprio il figlio, 22enne, è passato poco dopo mezzogiorno nel borgo, accompagnato dallo zio e da alcuni cugini. Dopo un breve colloquio con le forze dell'ordine, ha ricevuto le condoglianze di molti abitanti e, comprensibilmente, non ha voluto rilasciare nessuna dichiarazione. Per gli inquirenti il rapporto tra Vito Lombardi, Vania Lazzarato e Amedeo Bonan era difficile, con reciproci dissapori, in un contesto reso ancor più precario dal fatto che solo la donna guadagnasse qualcosa facendo saltuariamente le pulizie, mentre i due uomini, di professione operai, erano da tempo disoccupati. A carico dei due risultano anche dei precedenti per piccoli furti ed altri reati contro il patrimonio.



Per gli abitanti del quartiere, però, le colpe sono chiare: i conviventi di Lombardi, dopo avergli venduto gli elettrodomestici e lo scooter, l'hanno ucciso per appropriarsi l'appartamento. Secondo i racconti, il 46enne, nato a Caserta, ma da decenni trasferitosi a Treviso, e Bonan erano venuti alle mani pochi giorni prima dell'omicidio. Qualcuno, da un balcone, invoca la pena di morte. “Non potevano ammazzarlo qui, perchè sapevano che non l'avremmo permesso, e così l'hanno attirato lontano”, ripetono a Borgo Capriolo.




Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
20/06/2015 - Vito Lombardi ucciso a colpi di mattarello
19/06/2015 - Cadavere in un fosso, si indaga per omicidio