Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, episodio lunedì sera in Calmaggiore, indaga la polizia

NEGOZIANTE SCACCIA IL RAPINATORE A CALCI E PUGNI

Disavventura per Giuseppe Gobbo, titolare di Mediacom


TREVISO - Tentativo di rapina andato in fumo quello che un bandito ha cercato di mettere a segno lunedì sera, verso le 19, presso il negozio di telefonia “Mediacom”, lungo il Calmaggiore a Treviso, nel cuore del centro storico. Ad entrare in azione un ignoto malvivente, descritto come giovane, alto un metro e 75, con barba incolta, cappello in testa e occhiali da sole Rayban. L'uomo, entrato nel negozio, ha subito manifestato le sue intenzioni: ha chiuso la porta del negozio, solitamente lasciata aperta, ha estratto una pistola giocattolo che teneva in tasca e l'ha puntata contro il titolare, Giuseppe Gobbo, 58 anni. “Dammi i soldi”: ha detto il bandito, dando uno schiaffo alla testa della sua vittima. Non poteva immaginare cosa sarebbe accaduto di li a poco. Il 58enne, capito che quella era una pistola finta, ha disarmato il malvivente e tra i due è nata una furibonda lite a calci e pugni reciproci. Ad avere la peggio è stato proprio il rapinatore; il giovane è stato a lungo trattenuto a terra da Giuseppe Gobbo che ha però dovuto mollare la presa. Il malvivente si è rapidamente dileguato attraverso le vie del centro storico ed ha fatto perdere le sue tracce. Sul posto sono giunte le volanti della polizia. Le indagini sono invece affidate agli investigatori della squadra mobile che visioneranno le telecamere di videosorveglianza della zona per dare un volto al bandito. Giuseppe Gobbo, molto scosso per l'accaduto, ha riportato ferite lievi alla mano destra, in seguito medicate al pronto soccorso del Ca' Foncello.
"Per fortuna parliamo di un episodio sventato - commenta il sindaco di Treviso Giovanni Manildo che nel tardo pomeriggio di oggi inconterà Giuseppe Gobbo insieme al vicesindaco e assessore alla sicurezza Roberto Grigoletto - la prontezza e la capacità di reazione del signor Gobbo ci hanno sorpresi tutti. Anche se il caso resta isolato dobbiamo, per continuare a garantire la sicurezza in città, continuare con il lavoro avviato già da tempo che vede coinvolte e mette in sinergia le diverse forze dell'ordine. Proprio oggi (ieri ndr) ho inviato in Prefettura, per il via libera, il testo del patto per la sicurezza che contiene anche le linee guida per l'attuazione del controllo del vicinato, un sistema di sicurezza partecipata che mira a rendere sempre più efficace il controllo delle aree".