Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/183: IL TROFEO ROLEX SEGNA L'ORA DI PEDRO ORIOL

Lo spagnolo si aggiudica il primo titolo, secondo l'azzurro Gagli


GINEVRA - Tappa appetitosa del Challenge Tour, il Trofeo Rolex, si gioca dal 23 al 26 agosto al Golf Club di Ginevra, a Cologny, in Svizzera. Nasce nel 1921 il Golf Ginevra, con l’appoggio dei funzionari della Società delle Nazioni; ha un debutto modesto, un percorso situato su...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'autopsia conferma una decina di colpi alla testa, nessuno mortale

OMICIDIO DI VILLORBA: VITO ╚ MORTO PER ANNEGAMENTO

Gli esiti sono compatibili con il racconto dei due indagati



VILLORBA
– (gp) Vito Lombardi è morto per annegamento, non per i colpi subiti. A decretarlo, senza ombra di dubbio, è stata l'autopsia effettuata dal medico legale padovano Massimo Montisci sul corpo del 46enne trovato cadavere in un canale d'irrigazione in aperta campagna a Fontane di Villorba venerdì scorso. Gli esiti dell'autopsia hanno stabilito che la vittima è stata colpita una decina di volte alla testa, sia frontalmente che sulla nuca, con due oggetti differenti (ovvero il mattarello e il sasso) ma nessuna di queste ferite sarebbe potuta essere mortale.

Nessun segno evidente di ulteriori violenze, salvo qualche ecchimosi dovuta alla colluttazione con Amedeo Bonan che per uccidere il 46enne lo ha tenuto necessariamente sott'acqua nel canale d'irrigazione per almeno qualche decina di secondi. I risultati dell'autopsia, a conti fatti, risultano compatibili con quanto raccontato dallo stesso Bonan in sede di interrogatorio di convalida del fermo.

L'uomo, difeso dall'avvocato Roberta Canal, ha infatti riferito al giudice di non aver mai voluto uccidere Lombardi, ma di volergli soltanto dare una lezione per il comportamento aggressivo che avrebbe tenuto nella casa Ater (assegnata alla vittima) dove vivevano Lombardi, lo stesso Bonan, Vania Lazzarato (l'ex compagna della vittima che si trova in carcere accusata di omicidio volontario premeditato) e le sue figlie. Bonan ha raccontato che, dopo aver colpito Lombardi con il mattarello, tra i due sarebbe continuata la lite. In quel momento entrambi avrebbero detto alla Lazzarato di allontanarsi, cosa che la donna avrebbe fatto uscendo dal vigneto di Fontane.

Sarebbe poi stata la reazione della vittima a scatenare la furia omicida: dopo essere caduti nel canale d'irrigazione, Bonan avrebbe afferrato una pietra e avrebbe colpito Lombardi alla testa, tenendolo poi sott'acqua fino a quando la vittima non si muoveva più.