Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sotto accusa una barista di Montebelluna: denunciò un cliente per molestie

"PACCIANI DELLA SITUAZIONE": IN AULA PER DIFFAMAZIONE

Dopo l'archiviazione la giovane è stata controquerelata



MONTEBELLUNA
– (gp) Da presunta vittima di molestie sessuali a imputata per diffamazione. E' l'involuzione della vicenda giudiziaria che vede come protagonista una barista di Montebelluna, che dopo aver denunciato un avventore che l'avrebbe importunata, si è beccata una contro querela dopo che il fascicolo a carico dell'uomo è stato archiviato. Il motivo? Nel verbale dei carabinieri aveva definito quell'uomo “il Pacciani della situazione”.

Nel dettaglio la giovane, rispondendo alle domande del maresciallo che le aveva chiesto se quella persona che le avrebbe toccato il seno dopo averla molestata verbalmente all'interno del bar, avrebbe risposto che non sapeva se fosse ubriaco o alterato da precedenti assunzioni di alcol, ma se anche lo fosse stato avrebbe avuto lo stesso atteggiamento. In più avrebbe appunto aggiunto la frase incriminata paragonandolo al Mostro di Firenze in presenza di più persone. Sporta la querela per violenza sessuale, le indagini vennero archiviate per mancanza di indizi. Fu a quel punto che l'uomo, sentitosi offeso e ingiustamente denunciato, è passato al contrattacco, spedendo la barista di fronte al giudice di pace.