Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Susegana, l'episodio domenica 14 giugno ai campi di Colfosco

INCENDIANO I CASSONETTI, IL VIDEO FINISCE SU FACEBOOK

Denunciati dai carabinieri due ragazzi di 17 e 18 anni


SUSEGANA - Nel tardo pomeriggio del 14 giugno, alcuni vandali avevano incendiato i cassonetti dell’immondizia degli impianti sportivi di Colfosco di Susegana, rogo che aveva danneggiato anche gli infissi e l’impianto elettrico della palestra. I carabinieri della stazione di Susegana, al termine delle indagini, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura di Treviso ed a quella dei minori di Venezia, per danneggiamento seguito da incendio, due giovani del suseganese, rispettivamente di 18 e 17 anni, ritenuti responsabili dell’episodio. I carabinieri, anche se i due giovani avevano postato sul social network “Facebook” la loro “bravata” per poi immediatamente rimuoverla dal loro profilo, sono riusciti ugualmente ad estrapolare il filmato che li ritraeva mentre appiccavano il fuoco ai cassonetti.