Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Intervista al presidente Giovanni Schiavon

AZIONISTI VENETO BANCA, INCOSTITUZIONALE IL RECESSO SENZA RIMBORSO

Al centro dell'assemblea dell'associazione anche il caso Bim


TREVISO - Recesso senza rimborso delle azioni e caso Bim con rischio della necessità di un nuovo aumento di capitale. Sono due dei temi al centro dell'assemblea dell'Associazione Azionisti di Veneto Banca, svoltasi martedì sera all'hotel Maggior Consiglio di Treviso.
Come ha spiegato il presidente dell'associazione ed ex presidente del Tribunale di Treviso, Giovanni Schiavon, il codice prevede il diritto per il socio, in caso di mutamento della natura della società, di recedere e di vedersi liquidata la propria quota. E' il caso della trasformazione delle Popolari (Veneto Banca compresa) in spa. Temendo un esodo massiccio, con il conseguente depauperamento del capitale, però, Bankitalia ha stabilito che nei nuovi statuti siano previsti dei limiti per il rimborso delle azioni di chi esce. "Una disposizione che, a mio parere, mostra profili di incostituzionalità", ha ribadito Schiavon. Tanto che, se qualche azionista, in una causa, sollevasse questione di legittimità costituzionale, l'associazione sarebbe pronta ad appoggiarlo.
A preoccupare gli azionisti anche i possibili risvolti della vicenda Bim: quando la banca d'affari, controllata dall'istituto montebellunese, stava per essere ceduta, la Bce ha sollevato dei rilievi sulla cordata acquirente che potrebbero far saltare l'affare. Se la situazione non si sbloccasse, con i proventi della vendita già previsti a bilancio, Veneto Banca potrebbe essere costretta a ricorrere ad un nuovo aumento di capitale. Difficilmente, hanno spiegato i responsabili dell'associazione, i piccoli azionisti, già in difficoltà, potrebbero aderirvi, aprendo dunque le porte all'ingresso di grandi fondi stranieri o, peggio, a speculatori, tra i pochi ad avere liquidità a disposizione.
Il presidente Schiavon ha comunque ribadito che la volontà dell'organizzazione non è quella della contrapposizione, ma del dialogo con i vertici del gruppo bancario: per questo a breve verrà presentato un documento con una serie di proposte. Ma soprattutto l'associazione punta a raccogliere un numero di soci ed una quota cospicua di capitale per potere, in virtù della propria rappresentatività, entrare negli organismi di governo della banca e, da lì, indirizzare sempre più le strategie verso la tutela dei piccoli azionisti.

Riascolta l'intervista integrale a Giovanni Schiavon, presidente dell'Associazione Azionisti Veneto Banca

Galleria fotograficaGalleria fotografica