Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12° Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Intervista al presidente Giovanni Schiavon

AZIONISTI VENETO BANCA, INCOSTITUZIONALE IL RECESSO SENZA RIMBORSO

Al centro dell'assemblea dell'associazione anche il caso Bim


TREVISO - Recesso senza rimborso delle azioni e caso Bim con rischio della necessità di un nuovo aumento di capitale. Sono due dei temi al centro dell'assemblea dell'Associazione Azionisti di Veneto Banca, svoltasi martedì sera all'hotel Maggior Consiglio di Treviso.
Come ha spiegato il presidente dell'associazione ed ex presidente del Tribunale di Treviso, Giovanni Schiavon, il codice prevede il diritto per il socio, in caso di mutamento della natura della società, di recedere e di vedersi liquidata la propria quota. E' il caso della trasformazione delle Popolari (Veneto Banca compresa) in spa. Temendo un esodo massiccio, con il conseguente depauperamento del capitale, però, Bankitalia ha stabilito che nei nuovi statuti siano previsti dei limiti per il rimborso delle azioni di chi esce. "Una disposizione che, a mio parere, mostra profili di incostituzionalità", ha ribadito Schiavon. Tanto che, se qualche azionista, in una causa, sollevasse questione di legittimità costituzionale, l'associazione sarebbe pronta ad appoggiarlo.
A preoccupare gli azionisti anche i possibili risvolti della vicenda Bim: quando la banca d'affari, controllata dall'istituto montebellunese, stava per essere ceduta, la Bce ha sollevato dei rilievi sulla cordata acquirente che potrebbero far saltare l'affare. Se la situazione non si sbloccasse, con i proventi della vendita già previsti a bilancio, Veneto Banca potrebbe essere costretta a ricorrere ad un nuovo aumento di capitale. Difficilmente, hanno spiegato i responsabili dell'associazione, i piccoli azionisti, già in difficoltà, potrebbero aderirvi, aprendo dunque le porte all'ingresso di grandi fondi stranieri o, peggio, a speculatori, tra i pochi ad avere liquidità a disposizione.
Il presidente Schiavon ha comunque ribadito che la volontà dell'organizzazione non è quella della contrapposizione, ma del dialogo con i vertici del gruppo bancario: per questo a breve verrà presentato un documento con una serie di proposte. Ma soprattutto l'associazione punta a raccogliere un numero di soci ed una quota cospicua di capitale per potere, in virtù della propria rappresentatività, entrare negli organismi di governo della banca e, da lì, indirizzare sempre più le strategie verso la tutela dei piccoli azionisti.

Riascolta l'intervista integrale a Giovanni Schiavon, presidente dell'Associazione Azionisti Veneto Banca

Galleria fotograficaGalleria fotografica