Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Meglio le caserma, ma devono muoversi Ministero e Regione"

"IMPOSSIBILE SISTEMARE I PROFUGHI NELLE PALESTRE"

Il sindaco di Treviso boccia l'ipotesi emersa in prefettura


TREVISO - Impossibile ospitare i profughi nelle palestre delle scuole elementari. Il sindaco di Treviso Giovanni Manildo boccia senza appello l'ipotesi emersa al comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza in previsione dell'arrivo di altri 150 migranti nella Marca. Benchè l'anno scolastico sia concluso, fatto salvo lo svolgimento degli esami, ribadisce il primo cittadino, le palestre sono comunque tuttora utilizzate per grest, centri estivi, corsi sportivi. Ragioni che Manildo aveva già esposto al prefetto nelle scorse settimane. Più praticabile, secondo il sindaco del comune capoluogo, la creazione di un centro di prima accoglienza all'interno di caserme operative, ma spesso e volentieri sottoutilizzate dai militari presenti in numero ridotto rispetto al passato: in questo caso si potrebbe disporre di ambienti già attrezzati, in condizioni di sicurezza e di rispetto degli standard igienici, a differenza di quanto avvenuto in siti dismessi come l'ex caserma Salsa. La faccenda, tuttavia, è di competenza del ministero. Proprio per questo Manildo invoca un maggior coordinamento a livello governativo e regionale, con anche pressioni sull'Unione europea per un politica continentale di gestione degli sbarchi.