Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/216: LA CINA ╚ VICINA ANCHE SUL GREEN

A Pechino, lo svedese Bjork supera Otaegui


TREVISO - Ed ecco l’Open di questo Paese fino a ieri tanto lontano da noi, e che oggi, in quanto a Golf e non solo, si sta portando in pole position nel mondo.Il Volvo China Open, torneo dell’European Tour che si avvale dell’organizzazione dell’Asian Tour, si gioca al Topwin...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/215: ALLA MONTECCHIA VA IN SCENA IL BANCA GENERALI INVITATIONAL

Quarta tappa del circuito sponsorizzato dal gruppo bancario


SELVAZZANO DENTRO (PD) - In un ambiente speciale, la gara di golf 18 buche stableford, contrassegnata dall’esclusività e dal prestigio di “Banca Generali Private”. Era la quarta delle sette tappe del “Trofeo di golf area nord est” sponsorizzato da Banca...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/214: IL CHALLENGE AIGG RITORNA IN VENETO

Giornalisti golfisti impegnati a Frassanelle e al Colli Berici


PADOVA/VICENZA - Il Challenge dei Giornalisti Golfisti d’Italia 2018, dopo le giornate romane è arrivato in Veneto, nel padovano e nel vicentino. Abbiamo giocato in due particolarissimi Campi, ambientati in luoghi molto interessanti. Nella prima giornata abbiamo goduto della...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Si parte con la promozione di interventi di risparmio energetico

LAGHETTI, ROTATORIE, UN MOVER: ECCO LA STRADA OVEST DEL FUTURO

Intesa Treviso - Villorba per la riqualificazione del viale


TREVISO - Verde, laghetti, rotatorie, torri luminose, persino un trenino su monorotaia per trasportare i pedoni. La Strada Ovest del futuro è nata ieri: all'auditorium Santa Caterina il sindaco di Treviso, Giovanni Manildo, e quello di La firma dell'intesaVillorba, Marco Serena (le due amministrazione sotto la cui competenza ricadono i cinque chilometri dell'asse viario) hanno firmato un'intesa per coordinare le forze per la riqualificazione di viale della Repubblica. Il primo punto sarà promuovere interventi volti all'efficienza e al risparmio energetico degli edifici residenziali e produttivi (circa 800 le attività frontiste, 1.500 se si conta anche la "seconda fila"), considerando la strada come un unico "condominio orizzontale". Ma si vuole puntare anche su una rinnovata illuminazione pubblica.
Gli uffici del settore Ambiente del Comune di Treviso, guidati da Paolo Pierobon, però, hanno illustrato anche una serie di proposte ben più ambiziose: ad esempio, un "mover", vagoncini per portare le persone da un punto all'altro della strada, come quelli in funzione in alcune grandi città o anche a Venezia da piazzale Roma. Oppure un sistema per raccogliere l'acqua piovana delle sempre più abbondanti pioggie sotto l'asfalto e poi stoccarla in laghetti ai lati della carreggiata: uno ad esempio, potrebbe occupare lo spazio libero accanto alla pizzeria da Pino. Gli incroci potrebbero essere sostituiti da rotonde, per ridurre le code e, di conseguenza, lo smog. Al centro delle rotatorie verrebbero installate torri luminose, con messaggi, o mini centrali fotovoltaiche. Anche i fabbricati dovrebbero subire una riqualificazione, ad esempio creado dei "giardini verticali" sulle facciante, per contrastare il dilavamento, il riverbero del calore, l'assorbimento di CO2. Progetti che, purtroppo, allo stato attuale si scontrano con la penuria di risorse degli enti locali.