Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Premiate a Roma Ornella Mogno e Valentina Rossetton della 5°C

TESORI NASCOSTI: MENZIONE SPECIALE PER L'ARTISTICO

Hanno messo in luce che Treviso "ha luoghi da valorizzare"


ROMA - Nell’ambito di un concorso rivolto a tutte le scuole d’Italia che aveva per tema “Alla ricerca dei Tesori nascosti”, la Corte dei Conti ed il Ministero dell’Istruzione hanno conferito una “Menzione speciale” a due studentesse del Liceo Artistico di Treviso.
Il riconoscimento è stato consegnato a Roma, nella sede del Ministero dell’Istruzione, dal Procuratore Generale della Corte dei Conti, Martino Colella, e dalla Ministra Stefania Giannini nelle mani di Ornella Mogno e Valentina Rossetton della 5C, accompagnate dalla docente, prof.ssa Beatrice Buosi.
Le studentesse hanno messo in luce che “Treviso, pur essendo una città di medie dimensioni, presenta luoghi non molto conosciuti che andrebbero valorizzati, potenziando le infrastrutture già esistenti e rendendo possibili visite di carattere culturale e naturalistico anche in bicicletta. L’area, oltre ad essere ricca di pitture murali è immersa nelle bellezze paesaggistiche…”
Le due studentesse si sono messe nei panni di un turista che, in visita alle Gallerie dell’Accademia di Venezia, ammira La Tempesta di Giorgione e decide di rintracciare i luoghi che l’hanno ispirata.
A Treviso, in centro storico, trova case affrescate, con pigmenti multicolori con prevalenze di rosso di sanguigna, che si rispecchiano sul verde malachite del Sile e del Cagnan. Nel ponte Sant’Agata e nella “casa Leonardo” si può riconoscere il sito dell’opera di Giorgione.
Il percorso paesaggistico e culturale risale (in bici) il Sile verso Quinto, seguendo il rettilineo della vecchia sede ferroviaria della Treviso-Ostiglia, e incontra stazioni dismesse, mulini, ville venete nascoste, ricchezze ambientali di acque risorgive, campagne coltivate ed oasi naturalistiche.
Ornella e Valentina hanno illustrato il percorso con fotografie e disegni la cui qualità tecnica e artistica è stata riconosciute e valorizzata. Il lavoro è esposto al Ministero.