Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, investimento da 1,2 milioni di euro, 500 famiglie in attesa

IL COMUNE RIMETTE A NUOVO LE CASE POPOLARI

Pronti i primi sei alloggi in via Bianchini, altri 17 entro luglio


TREVISO - Nuovi impianti, pavimentazioni, serramenti, sanitari, tetto rifatto e dotati di cappotto anti-dispersione termica. Sei alloggi popolari in via Bianchini, quartiere di Santa Bona, sono stati rimessi a nuovo e verranno assegnati in una decina di giorni. Sono l'avanguardia di un gruppo di 23 appartamenti, bi o trilocali, situati anche nelle vie Santa Bona, Tasca, Sicilia, Dogali e Feltrina. Il Comune li sta ristrutturando con un investimento complessivo di 1,2 milioni di euro: i lavori saranno completati entro luglio. Proprio per accellerare al massimo i tempi, i quattro lotti sono stati appaltati ad altrettante imprese, per poter procedere in parallelo con i lavori.

Anche nel capoluogo della Marca, infatti, diventa sempre più pressante l'emergenza abitativa: sono oltre cento gli sfratti esecutivi, con circa 500 persone in attesa nelle graduatorie per l'assegnazione di una casa popolare. Il vicesindaco Roberto Grigoletto, a cui di recente è stata assegnata la delega al settore, ribadisce la necessità di rivedere la normativa regionale in materia, in particolare sui criteri di assegnazione.
Una richiesta che il Comune di Treviso, insieme alle amministrazioni di Silea, San Biagio di Callalta e Casier, avanzerà alla nuova giunta regionale. Nei prossimi giorni, inoltre, Grigoletto incontrerà anche i rappresentanti di enti locali ed associazioni, per mettere a punto la proposta di un tavolo permanente sul tema in Prefettura. Anche il sindaco Giovanni Manildo sottolinea l'impegno di Ca' Sugana, con la volontà di non creare ghetti, ma realizzare complessi residenziali con un mix di classi sociali e funzioni.

Sindaco e vicesindaco stamattina hanno simbolicamente inaugurato i nuovi appartamenti, insieme all'assessore Ofelio Michielan. Il Comune gestisce circa 780 alloggi di edilizia popolare, di cui una sessantina destinati a casi di particolare disagio sociale: un centinaio sono inutilizzati a causa delle condizioni non più a norma. L'operazione per ridurre questa quota è cominciata.