Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il 55enne Fernando Cadicamo dovrà presentarsi in aula l'8 luglio

ALUNNI PICCHIATI: MAESTRO REINTEGRATO A SCUOLA

L'uomo dovrà rispondere dell'accusa di maltrattamenti


TREVISO – (gp) E' arrivata l'ora della verità per Fernando Cadicamo, il maestro 55enne di origini calabresi sospeso dall'insegnamento nell'ottobre scorso perchè accusato di aver terrorizzato i suoi alunni, tutti ragazzini tra i 6 e i 7 anni. Il pm Massimo De Bortoli ha infatti chiuso le indagini e formalizzato le accuse nei confronti dell'uomo che dovrà comparire di fronte al giudice il prossimo 8 luglio per rispondere del reato di maltrattamenti.

Nel frattempo però Cadicamo ha già ottenuto una prima vittoria: dopo aver presentato ricorso contro la sospensione dal lavoro, il Tribunale ne ha disposto il reintegro anche se con mansioni di segreteria e non di insegnamento nell'istituto comprensivo trevigiano dove prestava servizio al momento dello scoppio dell'inchiesta.

Stando a quanto contestato dalla Procura di Treviso, i presunti comportamenti violenti dell'insegnante sarebbero iniziati nell'aprile 2013. Per il 55enne era scattata una prima denuncia per maltrattamenti ma il gip del tribunale di Treviso, all'epoca, non aveva accolto la richiesta di sospendere il maestro dall'insegnamento nonostante il parere del pm. Nel frattempo il maestro aveva svolto il suo ruolo in altre tre diverse scuole, tra cui le "Primo Maggio" e le "Carducci" di Treviso, i cui dirigenti avevano segnalato alla polizia i metodi dell'insegnante, considerati da loro violenti, tra il febbraio e il marzo dello scorso anno.

A incastrarlo erano stati dei filmati in cui il docente era stato immortalato mentre picchiava i ragazzini, terrorizzandoli. A piazzare tre telecamere nascoste in altrettante aule della scuola trevigiana in cui prestava servizio (due classi prime e una seconda) erano stati gli investigatori della squadra mobile di Treviso che da tempo indagavano sui comportamenti del 55enne.


Galleria fotograficaGalleria fotografica