Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Processata per direttissima una 31enne trevigiana: patteggia 8 mesi

SFASCIA LA CASA E AGGREDISCE DUE AGENTI: ARRESTATA

Era accusata di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale



TREVISO
– (gp) Dopo una serata di festa a Padova, alzando un po' il gomito, sarebbe tornata nella sua abitazione sfasciando ogni cosa che le capitava a tiro e prendendosela anche con gli agenti di polizia inviati sul posto dai vicini di casa.

Protagonista una ragazza trevigiana di 31 anni che è finita in manette (il pm ha concesso da subito gli arresti domiciliari) per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Processata per direttissima, la giovane ha patteggiato 8 mesi di reclusione ottenendo la sospensione condizionale della pena e riottenendo la piena libertà.

Stando a quanto sostenuto dagli inquirenti la 31enne, dopo essere stata allontanata da due locali padovani assieme al fidanzato, un coetaneo, avrebbe fatto ritorno a Treviso. Visibilmente alterata, dopo essere entrata nell'abitazione di viale Nazioni Unite, avrebbe iniziato a sfasciare l'appartamento lanciando a terra ogni cosa che le sarebbe capitata sotto mano. In più si sarebbe ferita sfondando la vetrata di una porta.

I vicini, sentendo le urla e il trambusto, hanno chiamato il 113 facendo intervenire una volante della Polizia. Una volta entrati nell'appartamento, mentre il fidanzato era seduto tranquillamente sul divano, lei avrebbe iniziato a scagliarsi contro gli agenti procurando a entrambi ferite giudicate guaribili in cinque giorni di prognosi.