Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

"Nessuna richiesta finora, già fatto molto per i diritti civili"

GAY PRIDE A TREVISO?: "ALTRE QUESTIONI PIÙ URGENTI"

La replica del sindaco Manildo sulla manifestazione


TREVISO - "Mi sembra che quanto fatto da questa amministrazione in tema di riconoscimento dei diritti civili sia sotto gli occhi di tutti. Abbiamo fatto molto e rispettato l'agenda di governo del territorio. Treviso in tema di diritti ha dimostrato la discontinuità con il passato: abbiamo approvato il registro delle unioni civili, dato il via libera al regolamento che concede la cittadinanza civica per ‘ius soli’ ai bambini stranieri nati in Italia. Ora ci aspettiamo che su questi temi il governo acceleri, come peraltro ha già assicurato il premier Matteo Renzi". Così il sindaco di Treviso Giovanni Manildo commenta le voci su una possibile richiesta da parte di esponenti della maggioranza di organizzare nel capoluogo della Marca il prossimo "Gay pride". Il primo cittadino ribadisce come al momento non sia arrivata sul suo tavolo alcuna richiesta formale in questo senso: "Dunque stiamo parlando del nulla". Manildo sottolinea di non essere convinto che vi sia un reale interesse ad organizzare in città una simile manifestazione: "Al momento pensiamo ad affrontare questioni di estrema urgenza e che i cittadini ci chiedono: viabilità, piano degli interventi solo per fare alcuni esempi - rimarca il sindaco -. Ci sono poi famiglie che non arrivano a fine mese, dobbiamo incentivare l’occupazione e fare i conti con l’emergenza casa, con un centinaio di sfratti in esecuzione solo in quest’anno. Ci occuperemo della questione qualora arrivasse una richiesta che valuteremo con grande serenità, come accade per gli altri eventi e senza la preoccupazione di dover dimostrare una 'discontinuità' che ripeto c’è già stata con l’approvazione degli atti amministrativi necessari nelle sedi istituzionali competenti: giunta e consiglio comunale".