Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Processati per direttissima, hanno ottenuto l'obbligo di firma e di dimora

RAID AL BAR "SAN MARTINO" DI SAN FIOR: TRE UOMINI IN MANETTE

Avrebbero preso il registratore di cassa con 250 euro



SAN FIOR
– (gp) Avevano deciso di razziare il bar “San Martino” di San Fior ma sono stati sorpresi e arrestati dai carabinieri. Protagonisti della vicenda tre italiani, due coneglianesi di 50 anni e uno residente a Spresiano di 39, che ieri mattina sono stati processati per direttissima ottenendo un termine a difesa (l'udienza è stata fissata il prossimo 22 luglio) e la libertà, visto che il giudice ha disposto per tutti l'obbligo di firma giornaliero e l'obbligo di dimora nei comuni di residenza.

Stando a quanto sostenuto dal pubblico ministero Francesca Torri, titolare del fascicolo, i tre avrebbero forzato la porta d'ingresso del bar e, indisturbati, avrebbero asportato il registratore di cassa che conteneva 250 euro. A intralciare la loro azione sarebbe stata una residente la quale, sentendo dei rumori, si è affacciata al balcone vedendo un uomo che tentava di entrare nell'esercizio.

E' scattata così la chiamata al 112 che si è precipitato sul posto sorprendendo i tre mentre si davano alla fuga. Per evitare di essere identificati, i tre sarebbero saliti a bordo dell'auto con cui erano giunti a San Fior e avrebbero tentato di speronare quella dei carabinieri che si era messa di traverso per non farli passare.

I militari hanno evitato la collisione ma poco dopo sono riusciti a bloccare la vettura e ad arrestare gli occupanti per furto aggravato e minaccia a pubblico ufficiale in concorso.