Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Carbonera, al lavoro fino all'alba tre squadre dei vigili del fuoco

ROGO ALLA "CMZ" DI VASCON: DANNI PER 100MILA €

Allarme all'1.30, distrutto il laboratorio dello stabilimento


CARBONERA - Incendio nella notte, poco prima delle 1.30, all'interno dell'azienda CMZ di Vascon di Carbonera, in via dell'artigianato, ditta specializzata nella lavorazione di componenti elettronici. Ad andare semidistrutto il laboratorio dello stabilimento, di un'ampiezza di circa 50 mq. I danni ammontano a oltre 100mila euro. L'arrivo immediato sul posto di tre squadre dei vigili del fuoco da Treviso ha permesso un immediato spegnimento del principio d'incendio che ha rischiato di estendersi anche alla zona produttiva, fortunatamente salva. Il fumo ha danneggiato, in modo non grave, anche gli uffici. L'allarme è rientrato alle 4.40. Le cause del rogo sono in via di accertamento; si sospetta un corto circuito di un trasformatore presente nel laboratorio. L'attività della CMZ, realtà che conta ben 65 dipendenti, non si è interrotta nonostante il rogo. La proprietà ha già definito il trasferimento del laboratorio andato distrutto entro i prossimi due giorni.

Galleria fotograficaGalleria fotografica