Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

L'ex stilista ora campionessa di atletica al Gala organizzato dal Panathlon di Treviso

STELLA SOTTO LE STELLE: GIUSY VERSACE, LA DONNA CHE VISSE DUE VOLTE

"Avere perduto le gambe mi ha fatto scoprire una seconda vita"


TREVISO - Serata di gala, presentata da Roberta Ferrari, ieri sera alle Bandie di Lovadina nell'evento Stelle sotto le stelle, organizzato dal Panathlon di Treviso e dedicato a Giusy Versace, nipote della celebre famiglia di stilisti che a 28 anni fa, nel 2005, perse entrambe le gambe causa incidente stradale sulla Salerno-Reggio Calabria. Dopo la disgrazia Giusy ha trovato la forza, tramite le protesi, per diventare ambasciatrice nel mondo dei disabili, campionessa di atletica, vincitrice di Ballando sotto le stelle e scrittice di un libro, Con la testa e con il cuore si va ovunque. Lei dice: "Le situazioni estreme aiutano a tirar fuori risorse quasi inaspettate: prima dell’incidente sarei stata la prima a dire non ce la farò mai. Il libro è stata una terapia, mentre lo scrivevo pensavo: ma davvero ho fatto tutte queste cose? Se hai amore per la vita la forza la trovi da chi ti sta vicino e da ciò che ti circonda. Ho molta fede, andare a Lourdes è stato fondamentale, mi ha aiutato a non arrabbiarmi con il destino: io guardo al bicchiere mezzo pieno, do valore alle tante cose che ancora posso fare. Insomma sono un peperino curioso che ha bisogno di sfide: ho iniziato a correre solo per divertirmi, non per diventare un’atleta. E l’ho scoperto solo dopo che le gambe non le avevo più… E sì che avevano anche tentato di scoraggiarmi. La mia fortuna è aver incontrato Andrea Giannini, davvero un grande preparatore atletico (quello di Oscar Pistorius ndr): quando mi ha conosciuto ero una papera che saltellava, adesso ballo tranquillamente con i tacchi…."