Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/231: A BIELLA IL CAMPIONATO DEI GIOVANI TALENTI DEDICATO A TEODORO SOLDATI

Lucas Fallotico vince il 12░ Reply International under 16


BIELLA - A ospitare la gara è il Golf Club “Le Betulle”, campo realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra, la più lunga d’Europa, un ambiente ideale per il golf. Situato a un’altitudine di 590 metri slm, Il Campo, è un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/230: ANDREA PAVAN VINCE IL REAL CZECH MASTERS

Primo successo sull'European Tour del romano


PRAGA - È il primo successo sull’European Tour di Andrea Pavan, che già si era imposto in quattro occasioni sul Challenge Tour. Il 29enne romano ha vinto, 22 colpi sotto il par del campo, il Real Czech Masters sul percorso Albatross Golf Resort (par 72), di Praga, montepremi un...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/229: ANCHE IL GOLF A SQUADRE AGLI EUROPEI IN SCOZIA

Il team italiano medaglia di bronzo nella foursome


AUTCHTERARDER (SCOZIA) – L’innovativa competizione ha visto gareggiare insieme uomini e donne, sul percorso del Gleneagles PGA Centenary, Il torneo si è giocato nell’ambito dell’European Championship 2018, la grande novità in ambito sportivo, che dopo gli...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Un 67enne di Morgano era accusato di non aver versato 330 mila euro di tasse

NON C'╚ STATA EVASIONE FISCALE: IMPRENDITORE ASSOLTO

In realtÓ il calcolo era stato fatto sui ricavi, non sul reddito



TREVISO
– (gp) Era finito alla sbarra per rispondere di un'evasione fiscale da oltre 320 mila euro in base a ricavi non dichiarati che sfioravano i 770 mila. In realtà un 67enne di Morgano, difeso dall'avvocato Andrea Gritti, non ha commesso nulla di quanto gli veniva contestato, o meglio, non si è raggiunta la prova per poter affermare quanto sostenuto dalla Procura di Treviso.

L'uomo infatti è stato assolto dal giudice Cristian Vettoruzzo con formula dubitativa perchè il fatto non sussiste. In realtà, come sostenuto dalla difesa (tesi accolta su tutta la linea), all'imputato venivano contestati i ricavi della sua attività senza tener conto delle spese e di conseguenza del reale reddito annuo dichiarato. Il 67enne è titolare di una carrozzeria che commercia anche auto usate. Nel 2007, anno per cui si procedeva, è stata in grado di piazzare diverse vetture per un totale di 770 mila euro.

Denaro al quale va sottratto quello speso per acquistarle dai privati o che ai privati è stato restituito dopo l'acquisto da parte di terzi. La percentuale della vendita risulta dunque essere l'unico reddito dell'officina, che è stata correttamente inserito nella dichiarazione dei redditi. Motivo per cui l'uomo, al quale era imputata un'evasione delle imposte pari a 329.592 euro, è stato giudicato innocente dal tribunale di Treviso.