Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il proseguo dell'indagine si baserà sulla sua relazione: avrà 90 giorni

ABUSI ALL'ASILO: PAROLA AL NEUROPSICHIATRA SARTORI

I bambini verranno rivisti e riascoltati dal professore uno ad uno



TREVISO
– (gp) Capacità di testimoniare e grado di maturità, ma anche il livello di suggestionabilità e la consapevolezza di capire se quanto raccontato sia frutto di invenzione o se sia stato realmente vissuto. Sono solo alcuni dei quesiti ai quali il neuropsichiatra Giuseppe Sartori dovrà rispondere per stilare la relazione finale che verrà depositata tra 90 giorni. Un dossier su cui si baserà l'indagine della Procura di Treviso in merito ai presunti abusi di cui sono accusate tre maestre della scuola materna di via Belgio a San Paolo.

L'incidente probatorio fiume celebrato giovedì in un'aula protetta della Questura di Treviso, è stato in pratica il primo passo di un'attività più complessa che si svilupperà nei prossimi mesi. Il professor Sartori infatti, oltre ad analizzare e a prendere visione delle interviste videoregistrate dei dodici minori “interrogati”, proseguirà con delle audizioni singole degli stessi bambini per capire, appunto, se quanto hanno raccontato (in realtà hanno risposto a poche domande tra l'altro in maniera abbastanza vaga, considerata la loro tenera età) possa confermare o smontare le ipotesi di reato.

E' possibile anche che le testimonianze di alcuni di loro, già in fase di indagine, non vengano prese in considerazione in quanto non avrebbero fornito nessun elemento di prova utile agli inquirenti. Di certo c'è che le tre maestre dell'asilo alle porte di Treviso sono accusate di atti sessuali con minori e maltrattamenti. E che l'episodio del pugno sferrato a una di loro dal genitore di una delle presunte vittime ha di fatto compromesso ogni margine di manovra per capire se ci siano stati comportamenti penalmente perseguibili all'interno della struttura.

Il lavoro degli inquirenti, a questo punto, dovrà basarsi quasi esclusivamente sulla professionalità e le capacità del neuropsichiatra Sartori, il cui rapporto risulterà decisivo (anche se le parti in causa nomineranno un consulente tecnico di parte) per stabilire se l'indagine debba chiudersi con un'archiviazione o finire di fronte a un giudice.