Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Inflitti 4 anni e 2 mesi ad Antonio Scarano e Pasquale Mazza

MAXI FURTO DI CARBURANTE: DODICI ANNI DI CONDANNE

Due anni e mezzo la pena rimediata da Vincenzo Caputo



SAN POLO DI PIAVE
– (gp) Con un solo colpo sarebbero riusciti a impossessarsi di oltre 76 mila litri di gasolio e benzina, oltre a due autocisterne, per un valore di quasi mezzo milione di euro. Vittima del furto, datato 5 luglio 2012, è la stazione di servizio “Giovanni Pol” di via Campagna a San Polo di Piave. Per quel colpo, in base alle intercettazioni telefoniche che ne avrebbero provato la responsabilità, sono state condannate tre persone. Si tratta di Antonio Scarano, Pasquale Mazza e Vincenzo Caputo: i primi due, con rito abbreviato, sono stati condannati a quattro anni e due mesi di reclusione mentre il terzo a due anni e sei mesi. Secondo quanto contestato dalla Procura di Treviso i tre, a vario titolo sarebbero stati coinvolti nel colpo da mezzo milione di euro. Si sarebbero introdotti nel parcheggio riservato agli autotreni situato nell’area retrostante della stazione di servizio, avrebbero divelto le serrature del cancello che chiudeva l'area di sosta e infine avrebbero rubato due autotreni di marca Daf con le relative cisterne, che contenevano rispettivamente 36 mila litri di gasolio e 41 mila litri di benzina verde.