Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Inflitti 4 anni e 2 mesi ad Antonio Scarano e Pasquale Mazza

MAXI FURTO DI CARBURANTE: DODICI ANNI DI CONDANNE

Due anni e mezzo la pena rimediata da Vincenzo Caputo



SAN POLO DI PIAVE
– (gp) Con un solo colpo sarebbero riusciti a impossessarsi di oltre 76 mila litri di gasolio e benzina, oltre a due autocisterne, per un valore di quasi mezzo milione di euro. Vittima del furto, datato 5 luglio 2012, è la stazione di servizio “Giovanni Pol” di via Campagna a San Polo di Piave. Per quel colpo, in base alle intercettazioni telefoniche che ne avrebbero provato la responsabilità, sono state condannate tre persone. Si tratta di Antonio Scarano, Pasquale Mazza e Vincenzo Caputo: i primi due, con rito abbreviato, sono stati condannati a quattro anni e due mesi di reclusione mentre il terzo a due anni e sei mesi. Secondo quanto contestato dalla Procura di Treviso i tre, a vario titolo sarebbero stati coinvolti nel colpo da mezzo milione di euro. Si sarebbero introdotti nel parcheggio riservato agli autotreni situato nell’area retrostante della stazione di servizio, avrebbero divelto le serrature del cancello che chiudeva l'area di sosta e infine avrebbero rubato due autotreni di marca Daf con le relative cisterne, che contenevano rispettivamente 36 mila litri di gasolio e 41 mila litri di benzina verde.