Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

VIDEO Sono membri della banda di ladri sgominata sabato

VOLEVANO LA SUA AUTO, PADRE PESTATO DAI FIGLI

Autori i fratelli Adrian e Giulian Antochi, di 20 e 24 anni


ORMELLE - Hanno malmenato a sangue il proprio padre per ottenere la sua auto: serviva loro per mettere a segno altri furti visto che la vettura che utilizzavano era stata distutta in un incendio. Un'aggressione brutale, quella messa a segno dai due figli dell'uomo, un 50enne romeno. Vennero utilizzate mazze, bastoni e perfino una spada giapponese, una katana. La vittima dell'agguato, avvenuto nella notte dello scorso 8 giugno a Roncadelle di Ormelle, ha riportato fratture ad una mano e ad un braccio. Feriti anche un connazionale 60enne che ospitava da qualche tempo l'uomo ed il figlio di quest'ultimo, un 35enne che si è procurato una lacerazione del rene e lesioni ad un polmone. Il giovane è stato ricoverato presso l'ospedale di Oderzo per almeno due settimane. Gli aggressori sono, come detto, i figli del 50enne: Adrian e Giulian Antochi, di 20 e 24 anni, di San Polo di Piave. Nei loro confronti il gip del Tribunale di Treviso ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per tentata rapina e lesioni gravi. Stessa misura anche per Georgian Boby Padurariu, 29 anni, il 27enne Nicolae Tematoru e Luca Cescon, 23enne di Ponte di Piave. Anche loro hanno partecipato quella notte alla "spedizione punitiva". I cinque malviventi erano già stati arrestati venerdì scorso dai carabinieri di Montebelluna perchè autori di almeno 36 furti messi a segno nella Marca in bar e abitazioni e si trovano già in carcere per questo motivo. L'unico della banda che era finito in manette in quell'operazione e non è però coinvolto in questa vicenda è Ionel Tematoru, 19 anni. Il padre 50enne aveva da qualche tempo lasciato l'abitazione in cui viveva con i figli, disapprovandone i comportamenti, e si era trasferito a Roncadelle di Ormelle, a casa di un amico e del figlio. Adrian e Giulian Antochi pretendendevano da lui la consegna delle chiavi della sua Fiat Punto e per questo motivo, alla mezzanotte dell'8 giugno scorso, si presentarono da lui per minacciarlo. Il 50enne riuscì a opporsi anche grazie all'aiuto del padrone di casa. Verso le 3.30 i figli però tornarono presso l'abitazione con tre complici per vendicare quel "no" da parte del genitore. Sul posto intervennero le ambulanze del Suem118 ed i carabinieri di San Polo che già da qualche tempo seguivano i movimenti della banda.
Il capitano Gueli ed il maresciallo Ferraiolo