Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Il maestro elementare verrÓ processato a maggio per maltrattamenti

CADICAMO A GIUDIZIO: CHIESTO MEZZO MILIONE DI DANNI

Sono 19 i bambini che avrebbero subito violenze a scuola


TREVISO – (gp) Mezzo milione di euro di danni. E' la richiesta choc formulata dalle parti civili nei confronti di Fernando Cadicamo, il maestro 55enne di origini calabresi sospeso dall'insegnamento nell'ottobre scorso perchè accusato di aver terrorizzato i suoi alunni, tutti ragazzini tra i 6 e i 7 anni. L'uomo, difeso d'ufficio dall'avvocato Paola Turri (dopo che i suoi precedenti legali hanno rinunciato al mandato poco più di un mese fa), è stato rinviato a giudizio dal gup Bruno Casciarri e dovrà presentarsi di fronte al giudice il prossimo 16 maggio per rispondere dell'accusa di maltrattamenti.

Sono 19 in tutto i bambini che avrebbero subìto violenze, e che si sono costituiti parte civile (con i rispettivi genitori) con gli avvocati Stefano Pietrobon e Sara Cittolin depositando la richiesta di risarcimento morale e materiale. Stando a quanto contestato dalla Procura di Treviso, i presunti comportamenti violenti dell'insegnante sarebbero iniziati nell'aprile 2013. Per il 55enne era scattata una prima denuncia per maltrattamenti ma il gip del tribunale di Treviso, all'epoca, non aveva accolto la richiesta di sospendere il maestro dall'insegnamento nonostante il parere del pm Massimo De Bortoli, titolare del fascicolo.

Nel frattempo il maestro aveva svolto il suo ruolo in altre tre diverse scuole, tra cui le "Primo Maggio" e le "Carducci" di Treviso, i cui dirigenti avevano segnalato alla polizia i metodi dell'insegnante, considerati da loro violenti, tra il febbraio e il marzo dello scorso anno. A incastrarlo erano stati dei filmati in cui il docente era stato immortalato mentre picchiava i ragazzini, terrorizzandoli. A piazzare tre telecamere nascoste in altrettante aule della scuola trevigiana in cui prestava servizio (due classi prime e una seconda) erano stati gli investigatori della squadra mobile di Treviso che da tempo indagavano sui comportamenti del 55enne.
 

Galleria fotograficaGalleria fotografica