Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Collegato il Premio letterario Segafredo Zanetti – Città di Asolo

NASCE AD ASOLO IL FESTIVAL DEL VIAGGIATORE

Dal 25 al 27 settembre incontri con scrittori, artisti, professionisti


ASOLO - Definita da Giosuè Carducci “la Città dei cento orizzonti” e selezionata tra i borghi più belli d’Italia, Asolo ospiterà il 25, 26, 27 settembre 2015 la prima edizione del Festival del Viaggiatore e del Premio letterario Segafredo Zanetti – Città di Asolo: un duplice evento, ideato dall’Associazione InArtEventi – cultura in movimento, che si colloca nel panorama nazionale come prima manifestazione dedicata al viaggiatore, non limitandosi all’accezione geografica ma comprendendo ogni tipologia di percorso presupponga una partenza, un’avventura e una meta finale.

Il Festival del Viaggiatore nasce dall’idea di rilanciare il bellissimo borgo storico, nei secoli cenacolo di artisti e rifugio di viaggiatori e personaggi internazionali, dalla Duse a Freya Stark, dal Canova al Palladio, dal Malipiero a Carlo Scarpa.

Non un evento legato alla letteratura di viaggio, ma occasione di attraversare gli angoli più affascinanti del comune trevigiano e incontrare chi ha un bagaglio di esperienze, una storia da raccontare, un punto di vista da condividere o una visione di futuro.

Tre giorni di incontri con scrittori, giornalisti, artisti, architetti, musicisti: molti i nomi di calibro nazionale attesi.Essi racconteranno le loro storie seduti nei caffè, nei giardini privati delle ville asolane, nel teatro dedicato alla Duse, in Villa Cipriani, nel terrazzino di Contrada Belvedere a Palazzo Serena, nella Loggia della Ragione, nelle Scuderie di Villa Cipressina ed anche nella splendida Gipsoteca del Canova a Possagno, ricreando l’atmosfera intellettuale e innovatrice che caratterizzò il borgo soprattutto nell’Ottocento e Novecento.

Tra questi ci sarà la giornalista e scrittrice Concita De Gregorio e sono poi già confermati i sei finalisti del Premio Segafredo Zanetti – Città di Asolo, anima letteraria del Festival: 
Lorenzo Marone, in gara con “La tentazione di essere felici (Longanesi), Fulvio Ervas, con “Tu non tacere” (Marcos y Marcos), Marco Franzoso, con “Gli invincibili” (Einaudi), Paola Capriolo, con “Mi ricordo” (Giunti), Marco Peano, con “L’invenzione della madre” (Minimum fax), e la giornalista e conduttrice radiofonica e televisiva Francesca Barra, con “Verrà il vento e ti parlerà di me” (Garzanti).

Il vincitore sarà proclamato domenica 27 settembre pomeriggio al Teatro Duse, eletto dalla Giuria del Castello, formata da tecnici (giornalisti e docenti universitari - sezione della giuria detta il Cenacolo) e da cittadini (sezione della giuria soprannominata gli Asolani).