Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Giudicata colpevole una 58enne di origini salernitane di Cordignano

TRE CANI MORTI AVVELENATI: SEI MESI ALLA PADRONA DI CASA

Tre testimoni avrebbero mentito per scagionarla: indagati



CORDIGNANO
– (gp) Sei mesi di reclusione, quantificazione dei danni da stabilire in sede civile, 4.650 euro da versare per le spese di costituzione di parte civile, ma soprattutto l'invio degli atti al pm per perseguire tre testimoni della difesa che, sotto giuramento, avrebbero raccontato il falso per scagionare l'imputata.

In sintesi è la sentenza pronunciata dal giudice Leonardo Bianco che ha giudicato colpevole una 58enne di origini salernitane. La donna era finita a processo perchè avrebbe ucciso con delle salsicce avvelenate i tre cani della coppia a cui aveva affittato l'appartamento di sua proprietà a Cordignano.

Era il 22 dicembre 2008 quando si sono verificati i fatti denunciati dalla coppia, lui 35 anni e lei 29, costituitisi parte civile con l'avvocato Giovanni Maccarrone. A trascinare di fronte al giudice la padrona di casa (e ad accusarla) è stata proprio la giovane che sostiene che quella sera, tornando a casa, avrebbe visto la proprietaria dell'appartamento tirare degli oggetti nel giardino dell'abitazione prima di salire in auto e andarsene.

Mezz'ora dopo quell'avvistamento, i tre animali erano morti per avvelenamento, come accertato dall'Istituto Zooprofilattico che non è però stato in grado di stabilire con che sostanza.

La donna però respinge le accuse e sostiene, con tanto di testimoni, che quella sera si trovava a Napoli e che quindi, se davvero fossero stati gettati in giardino bocconi avvelenati, li avrebbe gettati un'altra persona. A conferma della sua tesi aveva chiamato a testimoniare tre persone le quali hanno confermato in aula che la donna quella sera non era a Cordignano. Versioni false secondo il giudice, che ora ha chiesto al pm di indagarli per falsa testimonianza.