Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/223: I SOCI AIGG SI SFIDANO SULLE DOLOMITI

Tre giornate in quota tra Alto Adige e Trentino


BOLZANO - Un interessante momento nelle gare dell’Associazione Italiana Giornalisti Golfisti: tre giornate di golf impegnativo, in aggiunta all’annuale challenge, per godere le Dolomiti. Nella giornata di apertura ci spalanca le porte il Golf Club Eppan (Appiano): un campo da golf a...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Possibili temporali di calore, soprattutto nella Pedemontana

TORNA IL CALDO AFRICANO, TEMPERATURE VERSO A 38 GRADI

Anche nella Marca picco atteso tra giovedì e venerdì


TREVISO - La breve tregua della seconda metà della passata settimana, dovuta al passaggio di un fronte fresco che ha contribuito a riportare le temperature su valori più consoni alle medie stagionali (ma che è stato anche responsabile di grandinate e del tornato sul Veneziano), sembra già esaurita. L’anticiclone nordafricano, esteso sul Mediterraneo occidentale e sulla penisola iberica, da dove ha “scacciato” il più mite anticiclone delle Azzorre, torna ad espandersi sull’Italia intera, con il suo carico di aria calda sahariana a tutte le quote.
La scorsa apparizione, nella nostra provincia, aveva spinto la colonnina di mercurio intorno a 37 gradi nella Castellana e a 36 nel capoluogo e dintorni. Stavolta potrebbe essere necessario persino aggiungere un paio di gradi: la canicola andrà intensificandosi già da oggi e, in modo più marcato, da domani. Il picco è previsto tra giovedì e venerdì, quando facilmente si potrebbero superare i 38 gradi, soprattutto in pianura ed in città. Ma quel che è peggio, l’incremento riguarderà non solo le massime, ma pure le minime: con temperature prossime ai 25 gradi anche di notte sarà difficile trovare un po’ di ristoro, senza l’ausilio del condizionatore. E, come al solito, la micidiale combinazione con un elevato tasso di umidità aggraverà la vampa percepita.
Ma la bolla africana minaccia di produrre un ulteriore, spiacevole effetto: il tempo soleggiato e in genere stabile rischia di essere rotto da temporali “di calore”, generati dal forte surriscaldamento del suolo. Fenomeni anche di notevoli intensità, con grandine, acquazzoni e raffiche di vento, in prevalenza nelle ore pomeridiane e serali e soprattutto sui settori alpini e prealpini, ma non è escluso che qualche nubifragio possa sconfinare anche nelle aree pianeggianti.