Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/182: ANCORA DOMINIO USA ALLA SOLHEIM CUP 2017

In Iowa la più importante gara del tour femminile


TREVISO - Solheim Cup 2017: siamo al corrispondente femminile della Ryder Cup, la gara più importante per “l’altra metà del cielo”, che contrappone le più forti atlete europee a quelle americane. Si gioca ogni due anni, alternativamente in Europa e negli Stati...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Sette mesi, pena sospesa, inflitti a un ventenne pordenonese di Mestre

RUBAVA SOLDI ALLA TITOLARE: PARRUCCHIERE CONDANNATO

Lavorava a Oderzo: arrestato per aver preso 250 euro dalla cassa



ODERZO
– (gp) Sette mesi di reclusione, con sospensione condizionale della pena. Se l'è cavata nel migliore dei modi l'apprendista parrucchiere di 20 anni, domiciliato a Mestre ma di origini pordenonesi, che era stato arrestato in flagranza di reato a metà maggio dopo aver rubato 250 euro dalla cassa del negozio per cui lavorava. A stringergli le manette ai polsi erano stati i carabinieri di Oderzo, ai quali si era rivolta la titolare circa un mese prima. Alla donna era infatti sparito il portafogli con all'interno mille euro mentre si trovava a lavoro. Nel giro di un paio di giorni, il portafogli venne ritrovato a Mestre, anche se del denaro non c'era traccia. I sospetti degli inquirenti si posarono sull'aspirante coiffeur, visto che in passato aveva già avuto guai simili. L'ultimo giorno di apprendistato, a metà maggio appunto, i militari lo stavano attendendo fuori dal negozio e lo hanno fermato per un controllo. Fu a quel punto che il giovane venne scoperto con in tasca 250 euro che aveva appena preso dalla cassa. Per lui scattarono le manette e il processo per direttissima, rinviato dopo che il suo legale, l'avvocato Martina Pinciroli, aver ottenuto la scarcerazione e un termine a difesa. Tornato in aula, il giovane è stato condannato.