Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/248: PADRAIG HARRINGTON CAPITANO DELL'EUROPA IN RYDER CUP

Nel 2020 l'irlandese guiderà il team continentale nella sfida agli Usa


ROMA - Sarà l’irlandese Padraig Harrington, a svolgere la missione di Capitano europeo alla Ryder Cup 2020, prossimo appuntamento americano fra Europa e Stati Uniti. Harrington è stato scelto da un Comitato composto dagli ultimi tre capitani del massimo circuito europeo: Paul...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/247: I CAMPIONI DEL PGA INIZIANO L'ANNO ALLE HAWAII

L'outsider Schauffele trionfa nel torneo riservato ai 37 vincitori del circuito


MAUI - Al Plantation Course di Kapalua, è andato in scena l’evento riservato alla crema del PGA, cioè ai 37 che hanno vinto un torneo nel circuito della passata stagione. Il Sentry Tournament of Champions ha luogo sempre durante la prima settimana di gennaio, sempre nel medesimo...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/19: IL MOLINETTO GOLF & COUNTRY CLUB

Dai Celti agli Sforza, a Cernusco sul Naviglio si gioca tra la storia d'Italia


CERNUSCO SUL NAVIGLIO - Quello che colpisce maggiormente arrivando al Golf Molinetto, è di trovarsi all’improvviso in una realtà che si stacca completamente da tutto ciò che la circonda: il territorio tipico della Lombardia produttiva, dove la gente è soprattutto...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Erano accusati del mancato versamento di imposte per un milione

EVASIONE FISCALE: PRESCRITTI LOREDANA BOLZAN E IL FRATELLO LUIGI

Cifre relative al denaro sottratto alle casse dell'Ulss 9



TREVISO
– (gp) Dopo essersi visti ridurre le condanne in appello, Loredana Bolzan e il fratello Luigi sono usciti puliti dal processo che li vedeva imputati di evasione fiscale per non aver pagato le imposte sui redditi percepiti illegalmente dal 2004 al 2006 (la Bolzan fino al 2007). Per l'ex dipendente infedele dell'Ulss 9, che era passata da 11 a 7 anni di reclusione per peculato per il buco da 4 milioni di euro creato nelle casse dell'azienda sanitaria trevigiana, e per il fratello, la cui condanna era stata ridotta da 8 a 5 anni e 8 mesi, sono scattai i termini della prescrizione per gli anni 2004, 2005 e 2006, per cui il giudice ha disposto nei loro confronti il non doversi procedere. Per la sola Bolzan, per le imposte relative al 2007, il giudice ha pronunciato una sentenza di assoluzione perchè il fatto non sussiste. Una decisione che verrà motivata tra 90 giorni. I due, in totale, erano chiamati a rispondere di un'evasione fiscale da oltre un milione di euro (quasi 800 la Bolzan, poco meno di 300 il fratello), ovvero il corrispettivo per la mancata dichiarazione dei redditi relativa proprio alla somma sottratta all'Ulss 9. Nello specifico la Procura di Treviso contesta a Loredana Bolzan 205.689 euro evasi nel 2004, 212.450 nel 2005, 217.576 e 155.395 nel 2007. Al fratello Luigi invece (a cui veniva contestata anche la recidiva) 291.438 euro risultanti da un'imposta evasa di 87.489 euro nel 2004, di 100.710 nel 2005 e di 103.239 nel 2006. Importi per cui l'Agenzia delle Entrate, parte offesa a processo, chiedeva la restituzione.