Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Rivolta nei due condomini dove sono sistemati 101 migranti

UN ROGO CON MOBILI E TV DESTINATI AI PROFUGHI

Gli abitanti entrano negli alloggi e trovano tiv¨ e sigarette


QUINTO - Si accende nella notte la rabbia nel complesso residenziale dove ieri sono stati alloggiati 101 profughi. In senso letterale: i residenti hanno bruciato mobili e masserizie in strada. Gli abitanti sono entrati in alcuni degli appartamenti predisposti per i migranti e non ancora occupati e li hanno trovati arredati di tutto punto, con divani, televisori a led da 40 pollici, vestiti e pacchetti di sigarette. A quel punto è esplosa la protesta: gli arredi ed altri oggetti sono stati trascinati all'esterno ed vi è stato appiccato il fuoco. Si sarebbe verificata anche una zuffa tra alcuni residenti e due operatori della cooperativa incaricata dell'accoglienza degli stranieri.
Già ieri pomeriggio erano scattate violente rimostranze da parte delle famiglie del luogo all'arrivo di un centinaio di profughi, a cui sono stati destinati venti dei trenta appartamenti nelle due palazzine. E solo l'intervento delle forze dell'ordine aveva impedito che la situazione degenerasse.
E nella mattina c'è stata la vista del Governatore del Veneto Luca Zaia che ha preso atto della situazione e raccolto le proteste dei residenti.

Galleria fotograficaGalleria fotografica

 

Notizie collegateNOTIZIE COLLEGATE Notizie collegate
15/07/2015 - Cento profughi in due condomini di Quinto