Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Alessandro Maritan condannato a 2 anni e al pagamento di 815 mila euro di danni

OPERAIO MORTO: GIUDICATO COLPEVOLE IL SUO DATORE DI LAVORO

La vittima era Ruhi Abazi, 47enne macedone residente a Este



RESANA
– (gp) Pesante condanna per il datore di lavoro di Ruhi Abazi, l’operaio macedone 47enne Ruhi Abazi, residente a Este, morto in un infortunio sul lavoro il 25 settembre 2012 a Castelminio di Resana. Alessandro Maritan, proprietario della ditta Eurostruttre di Monselice, è stato infatti giudicato colpevole di omicidio colposo e condannato a due anni di reclusione, 7 mila euro di multa e al pagamento di una provvisionale ai parenti della vittima di 815 mila euro.

I legali di parte civile, gli avvocati Andrea Formenton e Monica Puozzo, avevano presentato una richiesta di risarcimento danni da quasi due milioni di euro. L'intera cifra verrà comunque stabilita in sede civile. Mario Peron, il proprietario dell'allevamento in cui si era consumata la tragedia, aveva già patteggiato in udienza preliminare, nel novembre 2013, una pena di 11 mesi di reclusione ottenendone la sospensione condizionale.

Secondo l'accusa Abazi, insieme al titolare dell’azienda e ad altri colleghi, stava facendo un sopralluogo per la bonifica della copertura in eternit della struttura che, dismessa da tempo, sarebbe dovuta diventare, dopo una ristrutturazione, un allevamento di pollame. Il tetto in amianto si sgretolò e il 47enne precipitò da un’altezza di circa 6 metri. L’operaio, nonostante il volo, si rialzò subito, facendo pensare che nulla di grave fosse accaduto.

Ma i colleghi si resero conto che c’era qualcosa che non andava. Lo fecero salire in auto e partirono a tutta velocità verso l'ospedale di Camposampiero. Ma le condizioni di Abazi, a causa di un’emorragia interna, precipitarono velocemente e morì poco dopo essere giunto in pronto soccorso.