Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/200: DUSTIN JOHNSON CAMPIONISSIMO ALLE HAWAII

Il numero uno del ranking trionfa nel Sentry Toornament


TREVISO - Siamo ormai all’undicesimo torneo del PGA americano 2018, il Sentry Tournament of Champions, che si è giocato negli Stati Uniti al Plantation Course di Kapalua, da 4 al 7 gennaio. È l’undicesimo, giacché la prima gara della stagione, il Safeway Open,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/199: NEL 2018 L'OPEN D'ITALIA SUL LAGO DI GARDA

Novità di fine anno dal universo dei green italiani


TREVISO - Notizie che ci sono pervenute negli ultimi giorni e che val la pena di commentare. Cominciamo con l’Open d’Italia. Il 75° open d’Italia, la massima manifestazione nazionale di golf, non si giocherà nel 2018 al Golf Milano, bensì al Gardagolf country...continua

Golf
PILLOLE DI GOLFF/198: SI CONCLUDE IL CIRCUITO EUROPEO FEMMINILE

La protesta delle giocatrici: "Discriminate rispetto ai maschi"


Oggi parliamo di donne, di queste abili signore che si impegnano oltre misura alla ricerca del successo in Campo. A dire il vero, sono arrabbiate le golfiste europee, per la discriminazione che subiscono nel confronto con i maschi. Non conosco i motivi che generano questa scarsa considerazione, non...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

In manette un 36enne del Botswana: vittima un 56enne di Riese Pio X

ENTRA IN CASA E RUBA UN PORTAFOGLI: ARRESTATO

Processato per direttissima, il ladro rimarrà in carcere



RIESE PIO X
– (gp) In passato si era già macchiato di reati dello stesso tipo, per questo i carabinieri di Riese Pio X lo conoscevano bene. L'ultimo raid in casa di un 56enne della zona è però costato l'arresto a un 36enne originario del Botswana. L'uomo si era introdotto nella casa della vittima e senza farsi scoprire si era impossessato del portafoglio del proprietario e di tutti i suoi documenti d'identità. Per sua sfortuna però le forze dell'ordine lo stavano aspettando fuori dall'abitazione e dopo averlo colto in flagranza di reato lo hanno arrestato. Processato per direttissima, ha chiesto e ottenuto un termine a difesa ma il giudice, visti i suoi precedenti e l'utilizzo di numerosi alias e identità fasulle in passato, ha deciso di non modificare la misura di custodia cautelare in carcere. L'uomo è stato così ricondotto nella casa circondariale di Santa Bona.