Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Arrestato dalla Squadra Mobile di Treviso a Lanzago di Silea

SPACCIA EROINA A 61 ANNI: FINISCE IN MANETTE

Nascondeva la droga tra gli alberi per non essere scoperto



SILEA
– (gp) Arrestato in flagranza di reato mentre cede due dosi di eroina. A finire dietro le sbarre un 61enne trevigiano, P.S., sorpreso dagli uomini della Squadra Mobile a Lanzago di Silea. Dopo aver ricevuto a fine giugno la segnalazione da parte dei commercianti della zona che sostenevano di aver visto uno strano via vai di tossicodipendenti, gli uomini della questura di Treviso si sono messi all'opera tenendo sotto controllo soprattutto i parchi di Silea. Dopo una serie di appostamenti e indagini mirate, hanno scoperto che l'uomo era spesso in contatto con dei tossicodipendenti, anche da fuori città, e hanno iniziato a seguirlo. Per evitare di essere scoperto, nascondeva le dosi tra gli alberi e non ne aveva mai più di due addosso. L'ultima cessione non è però sfuggita agli agenti che gli hanno stretto le manette ai polsi. Nella successiva perquisizione domiciliare, sono state rinvenute altre 9 buste già pronte per essere vendute.