Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/181: SUPER FRANCESCO MOLINARI, SECONDO AL PGA CHAMPIONSHIP

A Charlotte l'azzurro protagonista nel torneo dei pro Usa


TREVISO - Si è concluso il 13 agosto il 99° PGA Championship giocato al Quail Hollow Club di Charlotte, un lunghissimo Par 71 di 7.000 metri, nel North Carolina. Non potevamo trascurare questo evento, il quarto e ultimo major della stagione, con 156 giocatori, i più grandi del...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/180: MATSUYAMA "SGOMMA" CON UN TERZO GIRO RECORD

Il giapponese vince la sfida tra campioni al Wgc Bridgestone Championship


TREVISO - Si gioca al Campo Sud del Firestone CC, un Par 70 di Akron nell’Ohio, il Wgc Bridgestone Championship Invitational, terzo dei quattro tornei stagionali del World Golf Championship che anticipa di una settimana il PGA, il Campionato Professionisti Americano, che sarà...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/179: THE OPEN

Il trionfo di Jordan Spieth che vice il terzo major stagionale


GRAN BRETAGNA - The Open Championship o semplicemente The Open, è il British Open, che così vien chiamato solo fuori del Regno Unito. È la competizione golfistica tra le più importanti, la più longeva, ha storia di tre secoli. È l’unico dei quattro...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Assemblea dei lavoratori, Rubinato invoca la Regione

"A RISCHIO LA MANUTENZIONE DI STRADE E SCUOLE"

Caos provincia, tagliati anche i servizi per i non vedenti


TREVISO - Impossibile provvedere alla manutenzione delle strade, delle scuole, mancano anche i fondi per riparare ai danni provocati dagli animali selvatici in pedemontana o per permettere alla polizia provinciale di operare. E ancora c'è ancora totale incertezza sul futuro di 86 persone addette all'ufficio per l'impiego. Sono solo alcune delle conseguenze dei nuovi tagli a cui sarà soggetta la provincia di Treviso: dei quasi 500 dipendenti solo 27 sono stati ricollocati nel Comuni attraverso la mobilità volontaria, altri 62 andranno in pensione nel 2015 e nel 2016 ma per gli altri regna ancora l'incertezza. Insieme a loro rischiano almeno altri 100 lavoratori che fanno parte dell'indotto dell'Ente provincia tra cui gli operatori che seguono i disabili, come ad esempio i non vedenti. I sindacati Cgil, Cisl e Uil che oggi hanno convocato in assemblea lavoratori ma anche sindaci, consiglieri provinciali e regionali e parlamentari, parlano chiaramente di possibile default della provincia, ormai non più in grado di erogare servizi, alcuni dei quali di fondamentale importanza.