Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Treviso, l'episodio martedì mattina a Porta San Tomaso

STRETTA DI MANO TROPPO VIGOROSA: FINISCE IN RISSA

Un 40enne si era da poco operato all'arto, interviene la polizia


TREVISO - Una semplice stretta di mano, un pò troppo vigorosa, tra due uomini che si stavano presentando, ha provocato una violenta lite che ha coinvolto tre persone ed ha portato la polizia ad intervenire per calmare gli animi. L'episodio, singolare, è avvenuto martedì in tarda mattinata nei pressi di porta San Tomaso, nel centro storico di Treviso. E' qui che un 40enne trevigiano ha incrociato e salutato un conoscente che da poco si era operato alla mano destra, ancora visibilmente fasciata. Un amico che si trovava in compagnia del 40enne si è presentato ed ha preso la mano all'uomo, ancora in convalescenza, per stringergliela. Quello che doveva essere il più classico dei gesti di saluto è diventata la miccia che ha innescato una zuffa furibonda tra i tre. L'uomo con la mano fasciata a causa della stretta, secondo lui troppo forte, ha subito avvertito un dolore lancinante, urla, mentre l'altro, pensando ad un'esagerazione o ad uno scherzo, se la ride. Tra i due e colui che li aveva fatti conoscere volano spintoni e parole forti: i tre si tranquillizzeranno solo all'arrivo di una volante della polizia che un passante, preoccupato, aveva allertato. La vicenda potrebbe concludersi ora a colpi di carte bollate con minacce reciproche di querela.