Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/222: FRANCESCO MOLINARI PRIMO ITALIANO A TRIONFARE NEL PGA TOUR

L'azzurro stravince il Quicken Loans National a Potomac


POTOMAC (USA) - Non mi dirà più il mio caro amico Fabrizio: "Molinari è bravo, ma non abbastanza! È quasi sempre nelle prime posizioni, ma non è capace di tirare fuori le p.… e portare a casa una vittoria nel PGA". Mi facevano soffrire queste parole,...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/221: AIGG, DOPPIA TAPPA PIEMONTESE AL BOGOGNO

I due persorsi del circolo novarese ospitano i giornalisti


BOGOGNO (NO) - In questa vallata del contado novarese, terra un tempo devota a Diana, dea dei boschi, già possedimento dei Visconti, degli Sforza, dei Borromeo, il cui abitato è contornato di colline moreniche, c’è il Golf Bogogno, “Castrum Novum” che...continua

Golf
CAMPI DA GOLF/18: GOLF CLUB TRIESTE

Tra il Carso e il mare, lo storico campo del Friuli Venezia Giulia


TRIESTE - Trieste, città cosmopolita dallo spirito indomito, con qualche nostalgia dell’impero austroungarico, è città affascinante, punto cospicuo della struttura europea, adagiata sulla stretta striscia di territorio di quell’altopiano carsico a cavallo tra il...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 

Bilanci falsi, sotto indagine l'acquisizione di Banca di Treviso

SEQUESTRATI 2,6 MILIONI ALLA POPOLARE DI MAROSTICA

Blitz della GdF di Vicenza nei confronti dell'istituto di credito


TREVISO - La Guardia di Finanza di Vicenza ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo per 2.645.000 euro nei confronti della Banca Popolare di Marostica. La vicenda ha visto contestare agli amministratori e sindaci la falsità dei bilanci d'esercizio per gli anni 2010, 2011 e 2012. Tutto è legato all'operazione di acquisizione, da parte dell'istituto vicentino, del 60% del capitale della Banca di Treviso ad un prezzo rivelatosi ampiamente sovrastimato. Cercando di nascondere il cattivo affare portato a termine con l’acquisto dell’istituto bancario trevigiano, i vertici della banca vicentina hanno comunicato ai soci il conseguimento di un utile, quando in realtà il bilancio d’esercizio avrebbe dovuto chiudersi con risultati negativi. Il sequestro è stata di fatto eseguito nei confronti della Volksbank che, nel frattempo, ha acquisito la banca marosticense così subentrando anche, da un punto di vista processuale, nelle responsabilità ascritte allo stesso istituto.