Questo sito usa i cookies per offrirti una migliore esperienza di navigazione.  Conferma Privacy Policy
Golf
PILLOLE DI GOLF/186: CONCLUSO IL CHALLENGE 2017 DEI GIORNALISTI GOLFISTI

Le ultime due tappe in Lombardia, all'Albenza e Villa d'Este


TREVISO - Due belle giornate, 4 e 5 settembre, in due campi super, hanno contraddistinto la conclusione del viaggio in Italia dei giornalisti golfisti: il challenge di dodici memorabili tappe, che ci han permesso di giocare su altrettanti campi, riconosciuti tra i più belli d’Italia....continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/185: I CAMPIONI DI DOMANI DI SCENA AL "TEODORO SOLDATI"

Il sudafricano Vorster trionfa all'International Under 16 Championship


BIELLA - Gara di rilievo l’International Under 16 Championship. Questo Campionato Internazionale disputato per la prima volta nel 2007 (andato in dote a Rory McIlroy), fa parte del calendario EGA, ed è la manifestazione più sentita del panorama golfistico europeo a livello...continua

Golf
PILLOLE DI GOLF/184: IL GOLF CONQUISTA L'ITALIA CON LA RYDER CUP

Eventi promozionali dal Monte Bianco alla Sicilia


TREVISO - Nell’accettare l’agognata assegnazione al nostro Paese della Ryder Cup 2022, la Federazione Italiana Golf si è dovuta seriamente impegnare per lo sviluppo di questa disciplina sportiva, e per un arco temporale che va dal 2016 al 2027. Sono previsti circa 105 tornei di...continua

Invia Invia a un amico | Stampa Stampa notizia |  


 
ASCOLTA IL SERVIZIO ON-LINEAscolta la notizia

AUDIO Oderzo, blitz della GdF, evasione da 700mila euro

NON VERSAVANO LE IMPOSTE, STANGATA ALLE DITTE CINESI

Nel mirino tre laboratori che producevano poltrone e divani


ODERZO - Settecentomila euro di ricavi evasi, circa un milione e mezzo di euro di imposte sui redditi, IVA ed altre imposte locali non versate e due persone denunciate per violazioni agli obblighi di versamento e per occultamento della documentazione contabile. E’ questo il bilancio finale di una serie di complesse verifiche fiscali eseguite dai Finanzieri della Tenenza della Guardia di Finanza di Oderzo nei confronti di tre laboratori cinesi dell'opitergino del settore della fabbricazione di poltrone e divani. Il sistema per frodare il Fisco che è stato scoperto dalle fiamme gialle era semplice ma molto efficace. Veniva costituita una ditta individuale che provvedeva alla gestione del laboratorio, all’assunzione di personale di etnia cinese, e alla tenuta della contabilità. Successivamente, l’azienda, pur presentando puntualmente le dichiarazioni annuali, apparentemente e formalmente corrette, ometteva il versamento delle imposte dovute e, dopo circa due anni, cessava apparentemente l’attività che, di fatto, veniva però ceduta ad una seconda ditta intestata ad un dipendente della precedente. A sua volta la nuova impresa, che subentrava negli stessi locali, assumeva i medesimi dipendenti e provvedeva alla gestione del laboratorio, dopo aver presentato le dichiarazioni annuali, apparentemente e formalmente corrette, ometteva il versamento delle imposte. Trascorso un altro biennio, anch’essa cessava apparentemente l’attività per essere rilevata, senza soluzione di continuità, da una terza ditta che seguiva lo stesso disegno criminoso. Il meccanismo fraudolento è stato però interrotto dall’intervento delle fiamme gialle di Oderzo che hanno accertato come, dal 2010 al 2015, le ditte in questione abbiano omesso di dichiarare ricavi per circa 700 mila euro, evaso l’Imposta sul Valore Aggiunto per circa 800 mila euro, ed omesso di versare imposte (IRPEF, IVA, IRAP, Addizionale Regionale e Comunale) per circa un milione e cinquecentomila euro. Ai titolari delle ditte sono state contestate le ipotesi di reato di omesso versamento di imposte, di infedele dichiarazione e di occultamento della contabilità, punite con la reclusione.
Ai nostri microfoni il comandante della Tenenza di Oderzo, luogotenente Nicola Berloco.